giovedì 29 settembre 2011

I Carabinieri chiudono uno dei più popolari siti femminili e arrestano tutti i gestori: milioni di euro (al nero) ottenuti vendendo prodotti per procurare a donne sane "l'anoressia nervosa".

di Sergio Di Cori Modigliani

Alle amiche Donne: NON FATEVI FREGARE.
Agli amici Maschi: Partecipiamo al controllo e alla denuncia e diamo una mano alle donne.
Veniamo al fatto del giorno.
Un ottimo successo dei Nas di Roma dei Carabinieri. Nel corso di una complessa inchiesta durata ben quattordici mesi, è stato finalmente posto sotto sequestro il forum titolato “Forma, salute e benessere” che si trovava all’interno di uno dei siti più popolari e seguiti in rete dal pubblico italiano femminile: www.alfemminile.com. Centinaia di migliaia di contatti.
L’accusa “vendita illecita, senza nessun tipo di controllo nè garanzia né autorizzazione sanitaria di sostanze anoressizzanti quali fendimetrazina, clorazepato di potassio, fentermina e sibutramina. L’operazione ha portato all’arresto di 3 persone e la denuncia a piede libero di 30. Il valore della merce sequestrata è di circa 50 mila euro”
La merce sequestrata non ha “apparentemente” un enorme valore di mercato, ma il giro che i carabinieri hanno scoperto, ruota intorno a diversi milioni di euro l’anno.
Sulla pelle delle donne molto giovani, attirate con la scusa di introdurle poi nel mondo della moda e dello spettacolo, attraverso l’uso di discussioni, colloqui, chat, forum, tutto al femminile, presentato come quattro chiacchiere tra amiche. Tema dominante , tanto per fare un esempio “La Fame: il nostro Grande Nemico”..
Dice inoltre la denuncia firmata dal magistrato competente   …dei circa 2 milioni e 800 mila messaggi pubblicati, molti erano rivolti a procacciare clienti ai quali veniva proposta la vendita di sostanze illecite quali fendimetrazina, clorazepato di potassio, fentermina e sibutramina, importate illegalmente dall’estero o acquistate in farmacia per mezzo di ricette false o compilate da medici compiacenti.
I personaggi dediti al traffico illecito per mezzo del forum web sono stati identificati e denunciati per i reati di cessione illecita di sostanze stupefacenti, importazione illegale di farmaci nel territorio italiano, falsità materiale commessa da privati e commercio di sostanze dopanti”

Sulla.base delle prime notizie rilasciate dai carabinieri inquirenti sembra che in rete –soltanto in Italia- vi siano quotidianamente circa 5 milioni di giovani donne che accedono a siti analoghi come questi (spesso sponsorizzato da ignare associazioni femminili) per catturare potenziali prede.
E’ un atto di sciacallaggio sociale che purtroppo si sta diffondendo in maniera clamorosa.
I carabinieri hanno anche distribuito in rete una brevissima nota diffusa dal Ministero della Sanità per identificare i sintomi di questa tragica malattia psico/sociale:
Eccolo:
Secondo il DSM-IV, per potere effettuare diagnosi di anoressia nervosa è necessaria la presenza contemporanea dei seguenti quattro criteri diagnostici:
  1. Severa perdita di peso: richiesto un valore minimo corrispondente al 85% del peso standard che il soggetto dovrebbe avere per età ed altezza. Se si hanno variazioni repentine di peso, dell'ordine di 1-2 kg persi a settimana questo costituisce un criterio di urgenza ed emergenza.
  2. Paura di ingrassare: da intendere come preoccupazione costante ed insopportabile di aumentare peso indipendentemente da quello attuale.
  3. Dismorfismo corporeo: eccessiva influenza del peso e della forma corporea sull'autostima, alterazione dell'immagine di sè, rifiuto di ammettere la gravità della situazione di sottopeso.
  4. Amenorrea: assenza di almeno tre cicli mestruali consecutivi.

Il modo più semplice, per i profani che non sono medici, per identificare subito una donna (sono il 96% dei fruitori di tali prodotti) colpita da questa sindrome, consiste nel cercare di controllare il punto 3 “dimorfismo corporeo” che comporta uno stato di alterazione della propria immagine al punto tale da avere “delle autentiche forme di allucinazione visivo-percettiva del proprio corpo, tale per cui, giovani ragazze con un corpo assolutamente normale, addirittura magre, guardandosi allo specchio, vedono riflessa, invece, l’immagine di una donna molto grassa, quasi obesa, e così la registrano nel loro cervello: è una distorsione provcata da qusti farmaci”. Essendo la maggior parte delle consumatrici in età giovanissima, è facile comprendere anche la loro fragilità psicologica. Negli ultimi due anni, però, c’è stata anche una diffusione molto ampia tra donne in età tra i 45 e i 60 anni con l’ossessione della dieta.
I carabinieri hanno pregato diversi bloggers di diffondere la notizia.

Mangiate pure quello che vi pare, care donne.
Lasciate perdere le diete.
E soprattutto: state attente ai forum dove andate. Dentro quei siti, spesso, lavorano cannibali sciacalli con tanto di laurea in psicologia che sanno come attirare prima e catturare poi delle ragazze ignare.
Le pillole, va da sé, danno una fortissima dipendenza.

Buona merendina pomeridiana a tutte.

P.S. L'agghiacciante -quantomeno per il sottoscritto- immagine in bacheca veniva presentata come incentivo per le ragazze nella prospettiva di lanciarle poi nel mondo della moda.


1 commento:

  1. Non siete carine se vi riducete così!!!

    RispondiElimina