sabato 28 marzo 2015

Rifatevi gli occhi e nutrite l'anima: è tutto gratis per davvero. Lo garantisce il Metropolitan Museum of Art di New York.

E' il paradosso di base della civiltà planetaria, sul quale poggiano le speranze,  i sogni, le fantasie, le proiezioni interiori dell'umanità, qualunque sia la cultura e la nazione di appartenenza: la cosa più inutile del mondo è quella cosa senza la quale l'essere umano sprofonderebbe nel buio assoluto regredendo a uno stato primitivo, si chiama Arte".   

LEGGI DI PIU' AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>http://www.libero-pensiero.net/metropolitan-museum-new-york-europe-art-of-illumination/


giovedì 26 marzo 2015

Tutto è nella rete e la rete è nel tutto: esce il libro del sociologo Glauco Benigni

Esce il libro del sociologo Glauco Benigni sotto forma di "lettera aperta ai nativi digitali", un interessante contributo per cercare di comprendere (dall'interno) il sistema della comunicazione interattiva che oggi ci controlla, facendoci credere che siamo noi a controllarlo.Lo consiglio a tutti coloro che sono interessati a comprendere l'autentico funzionamento dell'attuale meccanismo mediatico contemporaneo.





Leggi di più al mio nuovo blog >>>>>>>>>>>>>>>

mercoledì 25 marzo 2015

"E' possibile diventare più buoni con una pillola?" Dalla California con amore: si avvera il sogno di Penny. E' stata data la notizia ufficiale alla comunità scientifica internazionale.


di Sergio Di Cori Modigliani

Il suo nome, a noi profani e ignorantoni di fatti scientifici, non dice proprio niente: tolcapone.
Si tratta di una scoperta diffusa ufficialmente dalla comunità scientifica americana ieri l'altro, nella sede della facoltà di Biologia Sociale dell'università di Berkeley,




 

 

Leggi di piu al mio nuovo blog >>>>>>>

martedì 24 marzo 2015

Che fare? I terroristi sono tra noi, e sappiamo chi sono. E' possibile svegliarsi dall'incubo.

di Sergio Di Cori Modigliani
Negli ultimi 800 anni di Storia non è mai accaduto che i detentori del potere abbiano riformato il potere.
Tranne in due occasioni, una violenta e sanguinaria, l'altra pacifica e armonica.
E' accaduto nel 1789, in Francia, in seguito alla rivoluzione francese, quando Desmoulins, Robespierre, Danton e Marat vararono la nuova costituzione e cambiarono completamente la struttura dello stato.

Leggi di piu al nuovo blog >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

lunedì 23 marzo 2015

La sconfinata ipocrisia degli intellettuali italiani. Francia docet.


"Se davvero vuoi la Pace, sii pacifico".
                                   Mujer Arbol


di Sergio Di Cori Modigliani

Squallore Italia.
Un paese, il nostro, che trova la sua identità nazionale, mettendo tutti d'accordo, dal Friuli al canale di Sicilia, nel nome della disonestà intellettuale elevata a sistema di vita sociale.

Leggi di più al mio nuovo blog e se vuoi sostenermi te ne sarò grato>>>>>>>>>>

giovedì 19 marzo 2015

La documentazione integrale fornita da un giornalista professionista. Chi ci salvaguarda, a noi, popolo italiano, dall'assalto dei Lupi famelici?


“Dietro le monetine lanciate a Craxi c’era la speranza di uscirne, dietro quelle che vengono lanciate oggi c’è solo la disperazione di doverci convivere. Oggi le mazzette sono ingegnerizzate. Ci  sono imputati che non si vergognano affatto, anzi, aggrediscono subito i Pm. Sono passati 21 anni dalla prima mazzetta di Chiesa. 







Leggi di più al mio nuovo blog >>>>>>>>>>>

mercoledì 18 marzo 2015

Io sono un pastore maremmano. E voi come vi sentite?

La questione Lupi è un'occasione d'oro da non perdere. 
Per tutti.
Soprattutto per due soggetti politici: il Movimento cinque stelle, inteso come partito rappresentato a livello parlamentare dentro le istituzioni, e per l'intera cittadinanza impotente, ovvero..........

Leggi di piu al nuovo blog >>>>>>

lunedì 16 marzo 2015

Sottomettersi per piacere o per dovere? La scelta che decide il destino dell'Europa. E del mondo.


Che cosa hanno in comune un californiano anarchico degli anni '60, un nichilista parigino degli anni'80 e un giapponese pop-zen del 2000?
Molto, moltissimo, se si tratta di tre poderosi romanzieri.
Hanno in comune un'idea del mondo.



Leggi di più al mio nuovo blog >>>>>>>

venerdì 13 marzo 2015

Tranquilli: essere progressisti non è ancora un reato.



Sulla comunicazione e sui fascisti.
Qualche decina di anni fa, quando uno ascoltava parlare Giorgio Almirante, era naturale pensare "è un fascista", così come era naturale pensare -quando si ascoltava Enrico Berlinguer- commentare con il proprio vicino "mi sa proprio che questo tipo è un comunista". Anche quando si leggeva sul Corriere della Sera una intervista a Giulio Andreotti, era naturale pensare "secondo me, questo è davvero un democristiano" e così via dicendo.

Leggi di più al nuovo blog >>>>>>>>


venerdì 6 marzo 2015

Elogio dell'intolleranza.


"Sono sconcertata. E purtroppo non da ora. Anche per questo sono in silenzio ormai da diverso tempo. Dobbiamo ammetterlo, è più onesto: prendiamo atto che c'è parte della società che ha fatto della legalità una convenienza e io con questa antimafia delle apparenze non voglio avere nulla a che fare.






Leggi di più al mio nuovo BLOG >>>>>>>

giovedì 5 marzo 2015

Un po' per celia e un po' per non morir

Certe volte, in certe fasi, in certi momenti, le immagini possono più delle parole.
Per cercare di nutrirci di Senso.

Il post di oggi, come interpretazione dell'attuale fase quotidiana che stiamo vivendo, ha il seguente titolo:
No comment.



Leggi di più al nuovo blog >>>>>>>






















mercoledì 4 marzo 2015

E tu da che parte stai?


"Che tristezza vedere ancora gli amici divisi tra filo russi e filoamericaniCOME 50 ANNI FA....Vi schierate con gli uni negando le efferatezze degli altri.Per ignoranza, per appartenenza, per condizionamento, per superficialità. Siete come i politici. 

Leggi il resto dell' articolo al nuovo blog >>>>>>>>>>>>>

L' Italia di quelli che lo fanno per bisogno.

L'immagine dell'uomo che vedete raffigurata in bacheca, dovrebbe trovarsi al centro del tricolore.
Ben rappresenta la nazione, per ciò che è diventata.
Si chiama Roberto Helg.



Leggi di più al nuovo blog Libero-Pensiero.net

lunedì 2 marzo 2015

Come parlano gli altri dirigenti politici europei? E di che cosa? Sostiene Pablo Iglesias, leader del movimento spagnolo podemos.

"Nulla di ciò che è successo nella trattativa tra il governo greco e la commissione europea  giustifica la pervasiva retorica del fallimento. In realtà, la mia sensazione è che stiamo vedendo una diabolica alleanza qui tra gli scrittori di sinistra con aspettative irrealistiche e la stampa economica, quella che ama la storia della debacle greca perché è quello che dovrebbe accadere ai debitori arroganti, a tutti.

Leggi di più al nuovo blog >>>>>>>>>

venerdì 27 febbraio 2015

La Ragione: questa sconosciuta, nella nostra penisola. Sostiene il Dr. Angelo Consoli, rappresentante in Italia del Cetri a nome di Jeremy Rifkin.


"Sappiamo che un uomo, la sera, può leggere Goethe o Rilke, ascoltare commosso o suonare Bach e Schubert, e poi, al mattino dopo, svegliarsi, alzarsi dal letto e andare a fare il proprio lavoro, come se niente fosse, nel campo di Auschwitz".
                                                                                George Steiner

LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.

giovedì 26 febbraio 2015

La dis-informazione ormai dilaga. E' ufficiale.


"Che le cose siano così, che stiano così, non vuol dire affatto che debbano andare così. Solo che, quando c'è da rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare".
                                        Giovanni Falcone. Palermo 1988.


LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.

mercoledì 25 febbraio 2015

L'Italia è diventata il punto centrale del PUE, il Pensiero Unico Europeo. Ma non vi eccitate troppo: è pieno zeppo di aspiranti antagonisti, pacifinti, oppositori da tastiera, compiacenti funzionari a loro totale insaputa. A questo serve l'ignoranza.


"Sono nato e cresciuto in un ghetto, ma il ghetto non è mai nato nè cresciuto nel mio cuore"
Reverendo Martin Luther King, Memphis 1960
Due ore dopo che la lista Syriza aveva vinto le elezioni in Grecia, un mese fa, sul web già comparivano i primi articoli di aspiranti statisti che ci spiegavano come, in realtà, si trattasse di una truffa.  

LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.

lunedì 23 febbraio 2015

La classe non è acqua. La vera Grande Bellezza dell'Italia che conquista il mondo grazie alla bravura dei propri esuli, esiliati, visionari.


di Sergio Di Cori Modigliani

L'immagine che vedete in bacheca è quella di una bella donna. 
Di una bella donna tutta italiana.
Ma è anche l'immagine della Bella Italia quando vince, conquistando l'ennesimo alloro per meriti sul campo. 

LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.

venerdì 20 febbraio 2015

Il nemico è tra di noi: basta guardarsi allo specchio.


"Nessun fiocco di neve, in una valanga, si sente responsabile"
                                                                 
 George Burns 
Il nemico è tra di noi.
Perché c'è la guerra e su questo siamo tutti d'accordo.
Subito dopo questo assunto, potremmo essere già in disaccordo.

LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.

mercoledì 18 febbraio 2015

La tragedia di un paese triste, con un popolo narcotizzato che si avvia verso il suo ben annunciato tramonto.


di Sergio Di Cori Modigliani
Tra una cantatina di Al Bano e un  tweet del caro leader, la nostra baldanzosa nazione si avvia sul palcoscenico del teatro globale per confermare il profetico giudizio che di noi, come stato e come popolo, diede Franklin Delano Roosevelt nel maggio del 1943, nel corso della riunione del gabinetto militare, per valutare le modalità dell'invasione dell'Europa. 


LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.

lunedì 16 febbraio 2015

A proposito dell'Isis, ecco l'opinione di Loretta Napoleoni, una donna davvero intelligente, in una intervista pubblicata venti giorni fa sul web e passata sotto silenzio:

di Sergio Di Cori Modigliani

In Svezia, Danimarca, California, Nuova Zelanda, Massachussets, Lettonia, Uruguay, e forse anche in altre nazioni, si sta sviluppando una nuova attività professionale per il fatto che -nelle nazioni sopra citate- cominciano a tenersi corsi universitari specialistici legati a un fenomeno collettivo molto diffuso: "il crollo del concetto di verità oggettiva sul web e sui social networks" e conseguenti disturbi della personalità e del comportamento da parte di individui che ogni giorno incorporano (inconsciamente) parole e immagini false che loro, invece, credono, pensano e ritengono che corrispondano alla realtà.

LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.


sabato 14 febbraio 2015

Che cosa pensano i cabalisti dell'elezione di Sergio Mattarella? Ecco l'opinione di un esperto in materia.



di Sergio Di Cori Modigliani

Che cosa pensano dell'elezione del nuovo presidente gli studiosi della kabbalah?
C'è un significato nascosto?
E' lecito cercarlo?


LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.


giovedì 12 febbraio 2015

Mentre l'Italia si immerge in un teatro del passato, la California vola verso il futuro e dichiara "guerra aperta ai fossili per cambiare il mondo"



Per una nuova e auspicabile ecologia della mente pensante.
Per comprendere la mestizia nell'essere consapevoli di vivere in una nazione criptata dal neo-feudalesimo del P.U.N. (acronimo che sta per PensieroUnicoNazionale) - e del pin delle menti italiane che consente il bancomat a credito per i mentecatti- basterebbe mettere a confronto la presenza mediatica, ieri, fra le più importanti notizie al mondo, e il modo in cui sono state diffuse.

LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.


lunedì 9 febbraio 2015

Qualunque cosa accada, la Grecia ha già vinto. E alla grande.

di Sergio Di Cori Modigliani
Mai come in questo momento, la nostra tenera Italietta paga il gravoso prezzo di essere guidata da un miope provinciale, come il beneamato caro leader, il quale sta procurando alla nazione un danno internazionale immenso, che ci costerà -al massimo entro sessanta giorni- diverse e svariate decine di miliardi di euro. Se ci va bene.

LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.


venerdì 6 febbraio 2015

La Grecia chiama? Sorry! Qui non c'è proprio nessuno in grado di rispondere. Sono tutti in vacanza.

di Sergio Di Cori Modigliani

Isaac Asimov non si sarebbe stupito.
Forse, commentando l'episodio, mi avrebbe regalato la seguente spiegazione: "Vedi, esiste una intelligenza propria, tutta sua, nel robot, che lo spinge a compiere veloci sintesi per noi umani molto più lente da cogliere, per non dire quasi impossibile".

LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.


mercoledì 4 febbraio 2015

D'accordo, abbiamo capito: fatelo santo subito. Ma risparmiateci l'agonia.


di Sergio Di Cori Modigliani

Questa mattina sono uscito di casa di buon umore. 
Sembrava che stesse per scatenarsi un temporale di pioggia nevosa e invece un timido sole invernale ha fatto capolino tra le nuvole.



LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.


lunedì 2 febbraio 2015

Tic tac tic tac, fanno gli spagnoli. E noi, podemos o non podemos?



di Sergio Di Cori Modigliani

Leggendo, questa mattina, sulla stampa, sui siti web e nei blog iberici, il resoconto dell'apertura della campagna elettorale per le amministrative spagnole di maggio, antipasto e preludio delle politiche nazionali che si terranno il 4 novembre, mi sono sentito a disagio.

LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.


sabato 31 gennaio 2015

Il quadro planetario è cambiato. Il mondo sta cambiando. Intanto, la nostra Italietta sta a guardare.....

Di geo-politica e della nostra situazione strategica come nazione.
Il mondo sta cambiando, ma in Italia si fa finta di niente.
Non ci si può certo lamentare, poi, se si arriva, immancabilmente, in ritardo ai grandi appuntamenti con la Storia.


LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.

giovedì 29 gennaio 2015

Il candidato presidenziale ideale per combattere contro la mitomania.



Il più grande spettacolo mediatico nel nostro paese è considerato il calcio.
In teoria è così.
Ma non in pratica.
Non rappresenta affatto la nazione.




LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.

mercoledì 28 gennaio 2015

Il fattore disumano: la sinistra stracciona che non vuol mollare l'osso.

di Sergio Di Cori Modigliani

Il nuovo governo greco si è messo al lavoro questa mattina, non appena insediato.
Quella che sarà la sua attività è un'incognita per la popolazione ellenica che ha votato Syriza, così come lo è per ogni europeo pensante. 





LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.





martedì 27 gennaio 2015

Chi ci manda Tsipras a parlare con i tedeschi e con la Bce? Ecco il ritratto dell'uomo più importante d'Europa.

Che cosa ne dite di questo signore?
La sua faccia vi ispira?
Secondo voi è pulito, schietto, sincero e ce la farà? 
Oppure è semplicemente la maschera di un'eterna finzione che finirà per deludere tutti?
Innanzitutto, il suo nome: si chiama Yani Varoufakis.
Il Wall Street Journal lo ha definito "il falco del radicalismo di sinistra in Europa".


LEGGI DI PIU AL NUOVO BLOG >>>>>>>>>>>>

P.S.
(comunicazione di servizio):
Da lunedì 26 Gennaio 2015 questo blog si trasforma in sito. 
La mia presenza e partecipazione rimarrà la stessa di prima. 
Per i primi mesi, il mio consueto post comparirà qui e poi verrà automaticamente diretto al sito, nel quale, poco a poco, cominceranno a esserci contributi anche di altri liberi pensanti, personalmente attivi come soggetti politici autonomi, dotati di diverse competenze e anche diversa provenienza, i quali avranno in comune il fatto di sentire se stessi come degli esiliati in una nazione che non sentono più propria, in quanto non più rappresentativa degli autentici valori che nei secoli questa bella terra era stata in grado di fondare, inventare, creare, rendendoci più adulti, più evoluti, più progrediti. 
Come dire, migliori della generazione precedente.