martedì 6 dicembre 2011

Allegria ragazze: da gennaio del 2012 insegnano all'università come procurare un orgasmo alle femmine.

di Sergio Di Cori Modigliani

Non poteva che accadere in Usa. Non poteva, inoltre, che accadere in California. Non poteva che accadere in quella zona particolarmente dotata di un magnetismo tutto suo, che si trova nel cosiddetto “future triangle”, altrimenti noto come “Silicon Valley” nella parte settentrionale dello stato americano, tra Santa Cruz, San Josè e San Francisco, vicino a Big Sur, proprio davanti all’Oceano Pacifico.
Da 25 anni, lì, in quella zona è nata, crescendo a ritmi esponenziali, la più curiosa variegata e aperta università del mondo: Esalen.
E qui, dal prossimo gennaio, un composito trio di esperti docenti, una ginecologa, una sessuologa e una psichiatra specializzata in patologie della relazionalità coniugale, tutte e tre insieme, terranno un corso davvero anòmalo: insegneranno ai maschietti che si sono iscritti, come si fa un ditalino e come si fa un cunnilinguus come Dio comanda (forse sarebbe meglio dire: come Dia comanda) al fine dichiarato di regalare, con generosità sapiente, alle femmine, un fastoso orgasmo multicolore.
Se pensate che si tratti di una variante della solita noiosissima seduta di educazione sessuale, vi sbagliate di grosso.
Gli statunitensi sono una società pragmatica. Tanto più di questi tempi.
Il corso, infatti, è pratico. Proprio così.
Bando alle ciancie.
Muriel O’Shane, splendida ragazza di 22 anni, di ceppo irlandese, farà da modella cavia. Regolarmente assunta e stipendiata: 150 $ al giorno per tutta la durata del corso.
Il suo còmpito consiste nel fornire la materia prima necessaria al seminario: la sua vulva.
La ragazza –scelta dopo aver superato i test di preselezione- gode di un ottimo equilibrio psico-fisico.
La sua funzione consiste nel coadiuvare le docenti che controllano l’andamento del programma. Tenendo in considerazione il fatto che alcuni dei partecipanti possano trovarsi nella condizione gravosa di accusare uno shock da stress di performance perché il tutto avviene pubblicamente e non potendo –così è la Legge- condividere l’esercizio in seduta privata, su richiesta soggettiva, quando si tratta di passare ai fatti, si spengono le luci e rimane acceso soltanto un faro che illumina la zona aurea.
Muriel ha dei sensori applicati alla testa, ai polsi, alle caviglie, collegati a uno schermo al plasma, che segnala l’avvenuto raggiungimento dell’orgasmo. Da segnalare, inoltre, che l’orgasmo viene quantificato da un minimo di 1 a un massimo di 10. Il minimo è “spasmo con godimento”; il massimo consiste in “produzione abnorme di ossitocina con conseguente moltiplicazione di serotonina e di endorfine” meglio detto, in parole povere: multi orgasmo.
Sono già esplose delle polemiche. Ma non all’italiana. Alla californiana.
A condurre la contestazione è stata la simpatica Penelope Cartnum, presidente della associazione gay di San Francisco “apprezziamo il programma che consideriamo intelligente, evolutivo, progressista e soprattutto propedeutico; la nostra protesta è contro il sessismo dell’iniziativa. Perché devono essere ammessi al seminario soltanto i maschi?”.
Tre mesi di riunioni.
Alla fine, le hanno dato ragione. Ma non per quest’anno. Sono già pieni.
Dal 1 gennaio del 2013 anche le femminucce potranno iscriversi.
Per il momento funziona solo per i maschi.
Hanno fatto il pienone.
Il corso dura tre mesi. C’è l’aspetto teorico, quello psicologico e quello, infine pratico-tattile. Non esistono votazioni, perché non si può essere bocciati, ma esistono valutazioni. Dopo tre mesi, infatti, si ottiene un diploma con tanto di firme di tre professioniste che segnalano quanto sia bravo o meno l’alunno nel saper “produrre e procurare a una donna un pieno orgasmo”.
Costo del seminario (tre volte a settimana, quattro ore ogni volta) per tre mesi: 1500$.
Hanno esaurito le iscrizioni: 3.176 persone per il 2012.
Guadagno netto dopo le spese: circa 4 milioni di dollari. Di questi, 2 milioni sono stati investiti per aprire un padiglione di ricerca scientifica che si occuperà di “profilassi della felicità coniugale erotica”.
Vi lavoreranno facend ricerca psicologi, biologi, neurofisiologi, sessuologi, sociologi, psichiatri.
Di solito c’è sempre qualcuno che si iscrive ai corsi ma poi si ritira.
Nel caso ci fossero delle lettrici bisognose, possono scrivere all’università di Esalen.

Il motto della facoltà di “Human Science” sotto la cui egida si svolge il corso è “se dopo questo corso lui non lo sa fare, trovatevi un altro compagno di strada”

8 commenti:

  1. Ottima iniziativa, solo con molto ritardo!
    Sono 2.000 anni che paghiamo dei nullafacenti, spesso sanguinari e violenti, per farci spiegare, a caro prezzo, come pregare Dio. Le cosidette religioni ufficiali -tutte- si fanno pagare e molto, per farci ottenere un piccolo contentino: la possibile (?)salvezza eterna (ma senza possibilità di averne conferma in anticipo. Qui almeno hai subito un prodotto finale quantificabile!)

    dall'altro post a chi chiedeva se c'è una massoneria di sinistra e di destra.
    Premesso che è difficile dire oggi cosa è la sinistra e la destra, la massoneria nasce ovviamente come movimento libertario e di "sinistra" (avete presente: morte ai re e ai papi? tutti uguali? egalitè, fraternitè, libertè?). Quella è -era- la massoneria. Dato che è però fatta da uomini anche la massoneria è piena di idioti, criminali, nullafacenti e vanagloriosi. In soldoni: ottimo il principio di base, pessima la realizzazione (un po' come il marxismo).
    QWERT

    RispondiElimina
  2. @ QWERT
    Bravo!
    Jack

    RispondiElimina
  3. certo e' strano che un massone illuminato accetti un idiota vicino a se'. ho dei seri dubbi a proposito, dal piano in cui si trova l'illuminato si "vede" Tutto. a meno che non sia un illuminato con l'etichetta contraffatta, quale sono oggi la maggior parte dei massoni che vanno a comporre un comitato di affari, insomma sono li' per appagare la loro sete di potere e di soldi, come tanti che non sono massoni. l'illuminazione in occidente e' una merce assai rara.

    RispondiElimina
  4. @ indopama
    quello che dici è giusto, Tuttavia considera due cose: la prima è che un massone illuminato ha l'obbligo -per quanto possibile- di fare argine all'arrivo di altri idioti (anche in un idiota dovrebbe pur esserci una piccola scintilla divina), l'altra è di cercare di mantenere vivo lo spirito iniziale che permeava la prima massoneria (portare la fiaccola ben in alto per illuminare la strada a chi è in grado di percepire il cammino). Tanta fatica, molto disprezzo -giustificato- dal mondo profano ma la convinzione che l'uomo, ogni uomo è qualcosa di sublime ed ineffabile: è esso stesso Dio (se riesce a comprendere la sua vera essenza e a divenirne consapevole)
    QWERT

    RispondiElimina
  5. Bene,
    dopo l'articolo sulla cattedra universitaria in Titillazione Clitoridea Applicata e i commenti sulla massoneria illuminata e illuminante, comincio a rafforzare i miei dubbi sul progetto "sergiodicorimodigliani".
    A quando un articolo sulla Nutella, con le inevitabili implicazioni sulla pace dei popoli europei e sulla consapevolezza dell'essenza (spalmabile) del Grande Architetto..?

    RispondiElimina
  6. qwert
    in realta' il mio pensiero non e' quello di giudicare cosa e' bene e cosa e' male, nel mio punto di vista non esiste giudizio, diciamo che amo creare dei dubbi poiche' aiutano a frantumare i pregiudizi, sempre per chi abbia voglia di farlo.
    se a volte scrivo una frase in cui chi la legge puo' vederci un giudizio e' perche' non la so scrivere a dovere, non ho l'abilita' di Sergio.
    :-)
    comunque per me la vita va bene cosi' com'e', in continua evoluzione, questo momento e' un concentrato di esperienze e mi piace.

    RispondiElimina
  7. @ indopama
    immagino benissimo il tuo pensiero e sono in accordo con te quando dici che questo momento è un concentarto di esperienza. Credo tu conosca Guru Narayana: questo è un suo breve pensiero
    "Tutto ciò che percepisci è irreale.
    Tutto ciò che sta fuori di te è irreale.
    Ciò che attorno a te brilla, sei tu stesso.
    Sei tu che crei la natura,
    che dai e reggi la vita.
    Quando ne sei convinto, sei te stesso.
    Sei l'intelligenza suprema, sei l'assoluto.
    Dillo con un canto dispiegato!"
    (da "Aure" Elémie Zolla, Marsilio)
    QWERT

    RispondiElimina
  8. qwert
    non ho mai letto un tubo e non so chi sia quel tipo li', comunque conosco e gioco. la lettura delle esperienze degli altri senza lo scambio diretto di idee non mi entra per niente, gia' riuscire a leggere il titolo e' un'impresa. mi piace impararmi :-) facendo, la conoscenza opportuna arriva sempre al momento opportuno. soprattutto mi interessa la novita', forse per questo leggere roba gia' fatta non fa per me, e' roba vecchia.

    RispondiElimina