mercoledì 9 novembre 2011

Questa donna "normale" ha in pugno la possibilità di squarciare il velo dell'omertà criminale italiana che sta mettendo in ginocchio la nostra nazione.

di Sergio Di Cori Modigliani

Osservate bene il volto di questa donna italiana. E’ una donna normale –così sarebbe in qualunque altro paese civile del mondo- che svolge con diligenza e competenza il suo lavoro, pur consapevole di muoversi in un paese anormale, in una situazione anormale, in una condizione anormale. Da cui, il paradosso esistenziale che parecchi professionisti italiani (eccellenti o meno che siano) si trovano a vivere in questo periodo: chi si comporta normalmente, applica e rispetta la Legge, segue le regole e in qualche modo le rispetta, facendo quello che un tempo in italiano si diceva “fare il proprio dovere” finisce per essere identificato o come un eroe o come uno cretino o come una persona eccentrica o come un pazzo pericoloso, definizione questa che viene suggerita (ahinoi ahinoi ahinoi) quando –ma guarda un po’ che coincidenza!- si tratta di magistrati, amministratori, giornalisti, rappresentanti delle forze dell’ordine, liberi pensatori indipendenti, imprenditori che denunciano la corruttela.

Questa signora, la cui immagine è in bacheca, è considerata dai suoi colleghi con grande  rispetto, sia dai suoi superiori che dai suoi dipendenti e dai pari grado. Ha al suo attivo diversi colpi vincenti, cerca (riuscendoci) di sottrarsi sempre alla tentazione di visibilità mediatica, è nota per avere una cura particolate dei dettagli, nel pretendere dai suoi collaboratori efficienza, efficacia e sollecitudine. Fa il suo lavoro per bene, “normalmente”.
Intendiamoci: non è Leonardo da Vinci, non fa nulla di eccezionale, fa il suo lavoro.
E’ una persona per bene, già questo la mette in una situazione, ahimè, anòmala, in un paese come questo. Soprattutto per la professione che lei esercita.
Fa il magistrato di carriera.
Il suo nome è Maria Francesca Loy.
E nelle sue mani pesa il destino prossimo futuro della nostra nazione.
E’ coadiuvata da un’altra donna, il gip che ha eseguito con diligenza i suoi ordini, Maria Bonaventura, presso la VI sezione penale del Tribunale di Roma.
Càpita nel momento culmine della vicenda italiana, che negli ultimi dieci giorni (per la maggioranza della popolazione) negli ultimi sei mesi (per la Cassandre sonnacchiose improvvisamente risvegliate) e negli ultimi 25 anni (per l’angusta pattuglia di chi aveva osato e avuto il coraggio di lanciare allarme preventivi) è passata da consueta pantomima italiota, commedia degli errori,  e dramma buffo nostrano a vera e propria tragedia internazionale.
Nella migliore tradizione della tragedia shakespeariana.
Gli italiani non sono inclini –purtroppo- alla tragedia.
Non intendo qui come etnia caratteriale, bensì come cultura.
Da bravo popolo mitomane e infantile, troppo viziato dalla bellezza e da una natura generosa e da un passato glorioso, l’italiano si è montato negli ultimi cento anni la testa, raccontando a se stesso la favola di essere meritevole erede di un passato orgoglioso. Non è così. Siamo stati e tuttora siamo dei semplici dilapidatori irresponsabili di un grande patrimonio costruito nei secoli da Grandi Italiani che oggi fremono nelle loro auguste tombe nell’essere testimoni fantasmici, dall’aldilà, di ciò che sta accadendo nella nostra penisola. Gli italiani hanno dovuto toccare con mano quella immane tragedia dell’etica, della morale, della cultura, della politica e dell’economia, fosse in realtà l’epopea nazionale del fascismo, soltanto quando nei primi mesi dell’inverno del 1943 cominciavano ad arrivare (allora le comunicazioni erano molto lente e impacciate) le informazioni dal fronte russo che svelavano quale gigantesco imbroglio fosse stato il fascismo, un sistema di potere che aveva inviato al fronte bellico, sapendo che c’era l’inverno russo (quell’anno la temperatura oscillava tra i 30 e i 15 gradi sotto zero) il meglio della gioventù italiana, armata di stivali di cartone che “sembravano” di pelle senza esserlo, con un equipaggiamento scarso come se si trattasse di andare a un campeggio sul Monte Rosa, condannando a morte certa e sicura i propri figli, fratelli, mariti.
Anche perché di fronte avevano l’Armata Rossa perfettamente equipaggiata.
Soltanto in quel momento, quando la tragedia ormai volgeva verso il suo termine (eravamo già al IV e definitivo atto) gli italiani si accorsero che invece di trovarsi all’interno di una commedia scollacciata erano andati a finire in una mortifera tragedia.

Mutatis mutandis, non è diversa la situazione oggi.

E non esistono scusanti.

Dinanzi al tribunale della Storia, Bersani, Napolitano, Di Pietro, ecc.,ecc, non potranno mai essere assolti, per avere abdicato al loro ruolo. Mollichelle per i gonzi, banane per i scimmiottoni, noccioline per macachi, specchietti per le allodole: questi sono stati i regali che la sinistra democratica in Italia ha profuso a piene mani al proprio popolo per non avere avuto né la pulizia né il coraggio di rigenerarsi, sottraendosi a un sistema di collusione e complicità che sta producendo la attuale tragedia di cui gli italiani –ancora oggi- non vedono, non capiscono, non ne individuano i contorni. Vanno –i militanti politici- verso il proprio suicidio ciascuno sostenendo che la responsabilità è di un altro (al quale sono incatenati con doppie maglie di ferro arroventato).

Veniamo ai fatti, da cui il titolo del post.

Tam tam tam tam…tam tam tam tam…Qui Radio Praga Libera che vi parla….

1). Ieri notte, gli italiani, se l’erano bevuta.
Su facebook addirittura champagne e cotillons, brindisi a gogo, tutti entusiasti.
L’accordo tra il PDL e tutte le opposizioni –con la santa benedizione del vaticano- nella più disgustosa messinscena mai orchestrata a memoria storica nazionale, aveva spinto Berlusconi a tirar fuori dal cappello piumato del suo illusionismo da clown mediatico quella bella pensata delle dimissioni ma dopo che.  Una boutade da commedia degli equivoci, divertentissima quando lo si vede al cinema interpretato da Totò e Peppino de Filippo o da Paul Newman e Robert Redford in “La stangata” o da George Clooney e Brad Pitt in “Ocean’s eleven”. Ma il cinema è una cosa e la realtà quotidiana un’altra.
Mentre i colori e i sapori della tragedia poco a poco cominciavano a trasparire all’orizzonte agli italiani un minimo pensanti (tipo Lucia Annunziata, in questo abbandonata al suo destino, brava Lucia!!!), voglio sperare che qualcuno si sarà pur cominciato a porsi l’unica domanda possibile e razionale in questo momento: “ma perché Berlusconi, potendoselo permettere, non se ne va?” E poi, subito dopo: “Perché cerca tempo, che cosa aspetta? Che cosa c’è, che non ci dicono?”.

2). Appunto.
E’ inutile che cerchiate in rete o in televisione o sui giornali. Non ne parlano. Non ne hanno parlato, e non intendono parlarne. Non ne parleranno. Si tratta, per l’appunto, della scadenza del 22 novembre 2011, data per la quale è “fondamentale” per  PDL, PD, UDC, IDV, Vaticano e Goi  (le sei strutture politiche coinvolte) che il quadro politico italiano non subisca alcuna modificazione, che in Italia non cambi nulla, in attesa di una verifica immediata sulle reali intenzioni di queste due signore italiane, capitate lì per un caso del destino, le magistrate  Maria Bonaventura e Maria Francesca Loy, che tra meno di quindici giorni iniziano il processo penale, a Roma, contro due fondamentali pedine della struttura politico/economica italiana: Antonio Baldassarre e Giancarlo Elia Valori. L’accusa è aggiotaggio, falso in atto pubblico, turbativa d’asta pubblica a fini privati. Ci sono anche, tra gli imputati Claudio Prati e Danilo Dini, due manager di calibro molto inferiore. Il procedimento d’inchiesta è relativo all’offerta per l’acquisto di Alitalia presentata nel 2007 dalla cordata rappresentata dall’ex presidente della Corte Costituzionale, il quale –è già stato dimostrato- quando era advisor e consulente di una società di comunicazione presieduta da Valori (la Mediterranea) avrebbe addirittura apposto firme false, presentando conti falsi, alterando libri contabili. La Consob, nel 2007 aveva irrogato contro Antonio Baldassarre una sanzione piuttosto pesante, 400 mila euro, nonchè la perdita per ben 4 mesi dei “requisiti di onorabilità” motivati dal seguente provvedimento disciplinare regolarmente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale:

« Baldassarre ha diffuso, nel periodo agosto-dicembre 2007 - attraverso reiterate dichiarazioni dal medesimo rilasciate e pubblicate dalla stampa - informazioni false e comunque idonee a fornire indicazioni false e fuorvianti in merito alle azioni Alitalia, che hanno accreditato la sussistenza di una "cordata" di imprenditori italiani e stranieri dotati delle risorse finanziarie e tecniche necessarie a rilevare la quota del capitale di Alitalia posta in vendita dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, laddove, invece, nessuno dei soggetti di volta in volta partecipanti alla Cordata ha mai assunto in concreto l'impegno a mettere a disposizione le risorse necessarie a sostenere l'iniziativa »

Banale aggiotaggio. In un paese come questo, se un pescivendolo come ladolcevitola risulta essere il presidente della federazione piccoli editori, tutto può accadere.
Si dà il caso, però, che Antonio Baldassarre non sia un pescivendolo, anzi.
E’ considerato tra i più importanti costituzionalisti italiani mai esistiti (sigh), l’unico –ha battuto anche Capezzone- in grado di costruirsi una carriera politica forte dentro il PCI diventando anche consigliere comunale di quel partito, per finire poi nel PDL, presidente del consiglio di amministrazione della Rai, e uomo di raccordo nella gestione di tutte le modalità di copertura istituzionale nella gestione nazionale del sistema di affidamento nella gestione di appalti nelle grandi opere.  Il processo lo vede denunciato e imputato accanto a Giancarlo Elia Valori, il più importante –de factu- massone italiano; uno, rispetto al quale Licio Gelli conta poco o niente, tanto per capirsi. Ex presidente della società Autostrade, uomo di riferimento per la massoneria conservatrice di destra negli anni’90 per l’intera area del mediterraneo, e che ha sempre avuto l’abilità di gestire saggiamente, un po’ a destra e un po’ a sinistra, i suoi favori. Sporchi e lerci, si intende.
E’ il processo italiano per eccellenza.

E basterebbe soltanto questo per comprendere lo stato di irresponsabile narcolessia –e conseguente collusione complice- dell’intera categoria dei professionisti della comunicazione in Italia. Nessuno ne ha parlato. Mentre nelle segreterie dei partiti stanno tutti con la lingua appesa perché non sanno quali carte la nostra Maria Francesca Loy e la nostra Maria Bonaventura (coadiuvate dal magistrato Nello Rossi) abbiano in mano e intendano usare, ma soprattutto non sanno quali carte intendano presentare in giudizio svelando l’intero panorama di gestione di corruttela italiana che ha attraversato trasversalmente tutto il management politico attuale. Giancarlo Elia Valori è stato il babbo natale della massoneria per chiunque volesse costruire in Italia, appoggiato e sostenuto da Antonio Baldassarre che si occupava di gestire tutta la sezione legata alle necessarie garanzie istituzionali. Si spiega così il motivo per cui tutte le inchieste su P4 e P3, da Bisignani a Milanese & Co, siano state, diciamo così allentate, annacquate, messe in sosta, in attesa di sapere che cosa accadrà a Roma il 22 novembre 2011. Ma soprattutto: come si comporterà la stampa italiana e le televisioni.
Le risposte, la truppa mediatica, le sta già dando. Sembrano tutti d’accordo nel comportarsi come bravi soldatini. Seguiteranno a far quadrato, perché Berlusconi è diventato il garante di quel sistema e a tutti i costi deve ancora essere al comando mentre si apre quel processo. Perché è chiaro a tutti –ciascuno conosce i propri polli- che se, per caso, il 22 novembre prossimo venturo, Mediaset fosse stata spazzata via dal mercato, Berlusconi cacciato via a furor di popolo, e Gustavo Raffi contestato dai suoi, allora non potrebbero essere date garanzie a nessuno che i due imputati reggano: potrebbero anche, magari, dire qualche cosetta, non dico tanto. E verrebbero, a quel punto, coinvolti anche gli altri.
Perchè basta “qualche cosetta” per poter provocare, in questo momento, un gigantesco terremoto. Valori e Baldassarre, insieme, hanno gestito l’intero –intendo dire totale al 100%- sistema di dismissioni del patrimonio pubblico italiano e intendono gestire anche il prossimo, cioè quello che i tre commissari dell’unione europea e la signora Christine Lagarde sono venuti a Roma a chiederci. E’ l’appalto “mamma di tutti gli appalti” che stanno cercando di gestire in questi momenti.
Questo è il punto.
Questo è il nocciolo duro della loro intesa.
Ecco perché Gianni Letta (a destra) spiega a gran voce che tutti gli impegni verranno rispettati anche se si cambia governo, ed ecco perché il PD sta spingendo con tutte le proprie forze in prima fila (a sinistra) suo nipote, Enrico Letta, a spiegare le ragioni di un necessario accordo tra le parti, sancito da Giorgio Napolitano, il quale, nel nome della coesione nazionale è costretto a celebrare e benedire la vergognosa pantomima delle dimissioni ma non prima che.

3). Siamo nel baratro. Questo immagino che gli italiani comincino a comprenderlo. Perché il gioco della globalizzazione è cambiato e gli italiani (intendo dire qui i corrotti complici collusi all’interno della sinistra democratica) non lo hanno voluto accettare, cambiando le facce, i nomi, le strutture, e non certo per darsi una riverniciata, bensì per costruire quel tessuto di credibilità che i mercati vogliono, pretendono e hanno bisogno per poter manifestare la fiducia necessaria che impone gli investimenti.
E’ una partita molto seria quella che si gioca, il 22 novembre 2011.
Perché si presenta secondo la consuetudine “normale” di una nazione evoluta: pulita, democratica, basata sulla semplice e “normale” applicazione della Legge nel mondo degli affari e dell’economia.
Se l’accoppiata Valori/Baldassarre, il 22 novembre, la sfanga, e le motivazioni presentate in aula dal pm. Maria Francesca Loy vengono ricusate o annacquate, allora, a quel punto che Berlusconi rimanga, se ne vada, stia in sosta, venga dimesso o scelga pimpanti vacanze, sarà irrilevante. Il segnale che verrà offerto ai mercati mondiali e all’Europa (e a Bruxelles le informazioni su chi conta davvero in Italia –e su come conta- le hanno tutte) sarà quello che l’Italia non intende attuare nessun cambiamento, nessuna modificazione strutturale, nessuna assunzione di responsabilità.

Se l’Italia oggi crolla nei mercati d’affari internazionali, la responsabilità è di persone come Giancarlo Elia Valori e Antonio Baldassarre, grande costituzionalista che una sentenza legalmente pubblicata mi consente di poter definire “bugiardo e falsario”.
Triste libertà. Davvero tristissima.
Basta questo per capire in che teatro ci muoviamo.
Invece di andare in giro a starnazzare contro le banche (così a vacca) nuovo totem satanico tanto per lasciar sfogare i poveri cristi turlupinati, sarebbe il caso che gli italiani più solidi di ingegno, magari desiderosi di fare pratica spicciola di giornalismo investigativo, seguissero con diligenza e merito e competenza le attività di questi due signori, ma soprattutto l’esito del loro processo, quantomeno l’inizio.
Lì, se le condizioni ci saranno, si potrebbe anche fare Bingo!
Pretendendo, ciascuno secondo le proprie possibilità, che se ne parli, che ci diano notizie, che ci spieghino come mai, perché e come, due colonne dell’economia italiana, il 22 novembre 2011 vanno sotto processo nell’indifferenza e nel censorio silenzio nazionale.

Buona fortuna alle nostre due connazionali “normali”, sorelle compatriote in pectore.
Loro sì -se glie lo lasciano fare- possono cambiare la storia politica di questo paese.
Non sono mica le sorelle Carlucci!


45 commenti:

  1. @Modigliani

    ..se, per caso, il 22 novembre prossimo venturo, Mediaset fosse stata spazzata via dal mercato, Berlusconi cacciato via a furor di popolo,..

    Magari Modigliani, magari.
    Mi dia una speranza, tolga il se e prometto di andare in pellegrinaggio a....lla Mecca! :-)

    RispondiElimina
  2. @Modigliani

    Siamo nel baratro. Questo immagino che gli italiani comincino a comprenderlo.

    Illusione. Ascolti le radio dove intervengono gli ascoltatori.
    Ci sono ancora quelli che accusano i conduttori di catastrofismo, quando in realtà quelli descrivono una realtà che é ancora lontana anni luce dalla verità.

    RispondiElimina
  3. Non capisco sta dicendo che le garanzie dell'Italia sono in mano a questi 2 figuri sconosciuti alla maggiorparte della gente ?
    Merkozy

    RispondiElimina
  4. o hai un servizio segreto tutto tuo o hai una fantasia unica e la mania degli intrighi,
    insomma (e non è la prima volta)le spari così grosse che è difficile crederti,
    intrallazzi, truffe e connivenze polituche trasversali in italia sono un fatto ordinario ma a volte dici cose che sembrano pura fantasia
    non è che ci stai turlupinando pure tu ?

    RispondiElimina
  5. a proposito di intrighi vado un pò OT
    ieri sera mi sono visto il film di Polansky
    "l'uomo dell'ombra"
    fico.

    Merkozy

    RispondiElimina
  6. Per anonimo delle 08:28

    Beh... qui qualcosa sul processo lo dicono...:

    http://www.avvocatideiconsumatori.it/notizie/processo-per-bancarotta-ex-vertici-alitalia-2000-2007/

    Chi cerca trova...

    RispondiElimina
  7. @anonimo 08:28....c'è anche una terza possibilità: pratico l'attività del giornalismo indipendente e sono sveglio, non c'è bisogno di iscriversi a nessun servizio segreto, basta saper fare il proprio lavoro in maniera pulita, tutto qui. Comunque sia, nel mio post ci sono tutti i nomi e le date, vai a controllare, fai per bene i tuoi compiti, e dopo che li hai fatti, ritorna qui e chiedi scusa...io spiego all'Italia come stanno le cose, c'è chi vuole sapere chi non lo vuole sapere...non ho la minima idea di chi tu sia. Quando si dice a una persona "non è che mi stai turlupinando?" e ci si firma nascondendosi dietro un nick Anonimo, nella migliore delle ipotesi si è maleducati. Magari tu sei uno dei servizi scandagliato per andare in giro a diffamare gli indipendenti....

    RispondiElimina
  8. errata corrige
    leggere connivenze politiche trasversali dove ho scritto polituche

    RispondiElimina
  9. @Merkozy...questi due "sconosciuti" sono due tre le persone più potenti in tutta la repubblica italiana; non penserai mica che quelli che contano per davvero e manovrano tutta la baracca dietro le quinte sono quelli che la sera vanno da Giovanni Floris.....

    RispondiElimina
  10. Quando uno ci mette la faccia,, il none e cognome, fornisce date e documenti ufficiali...

    direi che come minimo merita rispetto.

    Oltretutto non ha parlato del 22 novembre 2022.

    Potrebbe perfino essere che nel frattempo succeda qualcosa che renda il tutto appannato.

    Ci sta. Ulteriore rischio per chi scrive

    In ogni caso hai il mio rispetto. Grazie Sergio. Seguo tutto da vicino. Appuntamento al 22 novembre

    Aggiungo una cosa... se fossi un turlupinatore avresti lo stesso il mio rispetto, perchè saresti bravissimo. :-)

    Vado a mettere una spunta a .."eccezionale"

    RispondiElimina
  11. @Yuma...grazie per la solidarietà...vedo sempre più credibile, in questo teatro folle di surrealtà spinta (ho visto poco fa il telegiornale su rainews24 dove un deputato del PDL ha accusato quelli del PD di aver fatto un colpo di stato -sembra una barzelletta ma è vero) l'idea di un "treno per yuma" tutti quanti insieme mi sembra sempre più realistico....quando si parte?

    RispondiElimina
  12. Sergio chi comanda la baracca ha in busta paga mezzo popolo italiano ,non fatico a credere che Elia Valori e Baldassarre stanno al vertice del bottino italia.
    quello che non capisco è questo
    Non voglino cacciare a pedate berlusconi prima del 22 di novembre perchè potrebbe andare di matto ?

    Merkozy

    RispondiElimina
  13. non sono uno dei servizi sono uno che ti legge spesso e spesso resto stupito da quello che scrivi, comunque non credo che la bufera finanziaria che si è abbattua sull'italia possa dipendere da baldassarri ed elia valori per quanto potere possano avere,
    i nomi ed i fattiche hai citato, anche se veri, non mi sembrano tali da giustificare le tue teorie,
    per quanto riguarda l'anonimato non mi nascondo ma non ritengo di dover fornire le mie generalità a chi non conosco,
    inoltre qui non leggo nomi e cognomi ma vedo solo anonimi e nickname,
    per quanto riguarda il turlupinare non capisco perchè te la sei presa, non ti ho accusato di dire bugie, ho solo manifestato un mio dubbio e non mi pare che sia l'unico, anche yuma commentando altri post ha scritto cose simili,
    infine per quanto riguarda le cose che dici credo che anche tu sia un fratello, di quelli antiraffi visto che sei citato spesso dal fratello gioele e te la prendi con baldassarre e elia valori che sono proraffi,
    non è che stai partecipando anche tu alla battaglia contro l'illegittimo ?
    preciso, onde evitare equivoci, che di questo a me non interessa nulla,
    comunque se sei così suscettibile eviterò di tornare qui o non farò più commenti

    RispondiElimina
  14. @Merkozy....diciamo che, in maniera molto sintetica, è proprio così...il berlusca è in grado di far soffrire parecchia gente potente in Italia, e se lui perde il potere se la deve vedere con quelli sopra di lui che gli presentano immediatamente il conto e lui non è certo uno che di solito paga (se non qualche ragazzetta di passaggio) il conto lo fa pagare ad altri....

    RispondiElimina
  15. @anonimo 09.05...rispondo soltanto per evitare malintesi; non sono affiliato alla massoneria se è questo che volevi sapere (me lo chiedete nei commenti un giorno sì e un giorno no, ma siete proprio dei fissati ossessivi!)...a me non piace il tuo tono, tutto qui, ho un naso ben allenato...perchè non ti prendi un nickname così ti si può identificare quando parli salvando l'anonimato? In questo blog intervengono spesso delle persone che io non conosco, non so chi siano, e sono salvaguardati nella loro privacy, ma che ormai identifico dai loro nick, i più diversi, Yuma, Melman, Indopama, Rossland, Luigiza, Henry, Jack, Fred,ecc, tanto per nominare quelli più assidui...fai anche tu così: ti scegli un bel nick ed esprimi il tuo franco parere, così ci divertiamo tutti insieme in allegria. Potrei suggerirti James Bond...un bell'uomo, un vincente, fa anche vintage: il successo è garantito. Per non parlare del fatto che piace da matti alle donne, il che non è mai da sottovalutare

    RispondiElimina
  16. non male come nick ma preferisco franco nero il mio attore preferito,
    non sono bello tutto il contrario, ma sono stato un vincente nella vita (anche se non ho fatto i soldi ma esperienze e soddisfazioni a josa, ho vissuto insomma, come pochi) e con le donne,(anche qui a josa le donne e pure belle, le donne non vogliono i belli ma i duri e se sono brutti meglio, amano il brivido)
    sarò franco nero, ciao

    RispondiElimina
  17. Posso pubblicare il tuo articolo su fb?
    Ti seguo sempre!Bye

    RispondiElimina
  18. @franco nero
    "Non male come Nick...sono stato un vincente nella vota...e con le donne (anche qui a josa...amano il brivido)"

    Mecojoni! Sempre detto che é un gran bel mestiere fare il ginecologo!

    Ciao

    Melman

    P.S. Scherzo naturalmente!

    RispondiElimina
  19. Accidenti!
    Questo potrebbe essere quel punto oscuro che chiarito, renderebbe comprensibili comportamenti incomprensibili.
    Mi chiedevo ieri, ad esempio, quale fosse il senso di quelle dimissioni "annunciate e condizionate", come ben le ha definite a caldo un amico. Lo strano passaggio di questo PdC, che sale al Colle, ne esce senza fiatare, attende che poco dopo sia il Quirinale a fare un comunicato, e solo dopo parla. Ma solo per dire che si dimetterà, ma dopo, cioè non è dato sapere quando (e quindi anche il se è ancora in piedi)
    E se ricordo bene, già un 20 gg fa, parlando di non so che, disse che comunque lui a Gennaio avrebbe lasciato. Allora (non ricordo dove l'ho letto), mi chiesi perché gennaio e non marzo o dicembre. No?
    Insomma, i tempi li ha sempre dettati lui, il Colle a seguire.
    Mi chiedevo il perché di questo (anche per altre strane incongruenze).
    Forse questa potrebbe essere la chiave di lettura.
    Una scadenza, il 22 novembre.
    Poi il tempo di far sù due stracci e siamo a gennaio.
    Di lì, se la scampano, non ci sarà più nessuno che non voglia elezioni.
    Non la vedo bene, proprio per niente...
    E' sempre una sorpresa, leggerla.
    Quasi mai una bella sorpresa, ma certo meglio che restare nel limbo cogliendo cose che non quadrano senza mai capire cosa...
    Grazie (a volte mi chiedo quanto tempo e fatica costi, arrivare a mettere insieme informazioni così)

    RispondiElimina
  20. un benvenuto da parte mia a Franco Nero,

    Io ti chiamerò Effeenne , non si sa mai, meglio non rischiare a mettere in piazza nomi e cognomi

    se a te va bene naturalmente :-)

    Ps picchiamo duro con questo Corimodì, alla fine dovrà ammetterlo di avere compasso e grembiulino eh eh eh.

    Ma.... è poi così importante ?

    RispondiElimina
  21. @ Sergio

    Il treno er Yuma bisognerebbe legarlo ad un obiettivo ben specificato

    Non sgancerei una bomba dal bombardiere col rischio che finisca in mare

    Chi è l'obiettivo?

    Dimissioni del Premier?

    Le Banche ed il loro asservimento all' FMI

    il 22 novembre ? ( e vallo spiegare alla massa !)

    Il nuovo musical di Fiorello ed il suo ritorno in Rai? ( ha detto :-" La Rai è sempre la RAi, li batte il cuore !" ( e non si sono neanche accorti che li prendeva per il culo)

    RispondiElimina
  22. comunicazione di servizio

    potrebbe essere interessante avere uno spazio dove visualizzare i commenti ultimi con riferimenti ai relativi post

    Manca anche un casella mail per comunicazioni private ( nel caso venga ritenuta interessante )

    RispondiElimina
  23. Un'altro pezzo niente affatto male, complimenti davvero. Cercherò di divulgare il più possibile, tra amici e conoscenti, l'attività di questo blog. Spero soltanto che Lei sia "vero", caro Modigliani, intento a scrivere a due mani solo... perchè sta usando la tastiera di un computer.

    RispondiElimina
  24. (Clarius)
    Beh, c'è Luigiza, c'è Yuma,non potevo non pedinarvi ragazzi!(salve sig.Sergio,butto il solito petardo e mi allontano subito!Niente di che, si stia tranquilli, almeno qui!).
    Casualmente, anche se il caso forse non esiste, mi sono imbattuto in un vecchio post qui e precisamente quello in data 3 luglio.
    Ma guarda un pò che si diceva tra le varie domande...

    8) E' vero che tutta l'interpretazione data al teatro della realtà da Berlusconi ruota intorno al numero 22, cui lui attribuisce un valore sacrale, ermeneutico e magico a tal punto da aver spinto per presentarsi in parlamento -nel momento in assoluto più delicato della sua carriera- proprio il giorno 22?

    Ma tu pensa un pò...!

    La seguo se posso sig.Sergio, continui così...con questa grinta!

    e in bocca al lupo a tutti noi!

    Clarius

    ps
    se posterò di nuovo entrerò con l'account

    RispondiElimina
  25. Da quel che ne ho capito se, il 22 novembre, gli indizi di colpevolezza a carico della premiata Baldassarre&Co. verranno ritenuti credibili, i MERCATI ritroverebbero un minimo di fiducia sulla nostra economia.

    Speriamo bene.

    Rimane il fatto che ci sarà da sorbire la medicina prescritta, ossia, smantellamento del welfare, privatizzazioni, bassi salari, diminuzione delle libertà, aumento delle diseguaglianze sociali.

    Non vedo l'ora.

    guru

    RispondiElimina
  26. Spiacente Sergio, vedo purtroppo che sta arrivando un caravanserraglio di new entry. .

    Attenzione a filtrarli bene perchè potrebbero essere molto pericolosi

    Ad esempio Guru è un estremista di destra.

    La cosa non sarebbe di per se negativa, è che ci è arrivato in quanto talmente a sinistra che si è ritrovato dall'altra parte.

    Del resto persino la terra è tonda.

    Almeno,,, questo è quanto sembrerebbe, anche se un giorno Indopama potrebbe sconvolgerci tutti, dicendo che la terra è in realtà solo un nostro pensiero.


    Non tutti i mali vengono per nuocere, in quanto Guru potrebbe aiutarci a capire come mai in Italia molti personaggi politici di sinistra dicono cose di destra e viceversa.

    Il più pericoloso comunque è questo Clarius. E' uno che legge libri.

    PS
    Per l'indirizzo mail mi ero dimenticato il profilo, come non detto.

    RispondiElimina
  27. @ Sergio

    Mi spieghi meglio questo passaggio?

    lui non è certo uno che di solito paga il conto lo fa pagare ad altri....


    Ma non capisco perchè se è così pericoloso non lo fanno fuori fisicamente...

    In fin dei conti non stiamo parlando di Salesiani

    RispondiElimina
  28. @yuma

    Ti rispondo io, sul perché non lo fanno fuori fisicamente.

    Insomma non è che possono seviziarlo come il suo amico Gheddafi nella civile e democratica europa.

    Se lo sono dovuti cucinare a fuoco lento, ma ormai sembra essere arrivato a cottura.

    Sento alla radio di un Mario Monti nominato senatore a vita giusto ieri sera a casa di Napolitano.

    Una cosina veloce.

    guru

    RispondiElimina
  29. Per Sergio,
    sai nulla di questa notizia,
    http://www.fema.gov/emergency/ipaws/
    sul blocco/controllo delle comunicazioni negli usa? Ieri hanno fatto un test ...

    saluti e buon lavoro.
    uliste

    RispondiElimina
  30. @rem....se indichi la fonte, ma certo.....

    RispondiElimina
  31. @franconero...beato te, io invece sono un perdente e sono sempre stato soltanto con delle racchie...in compenso sono bellissimo!!!

    RispondiElimina
  32. @rossland....grazie....si sono messi d'accordo, mi sembra chiaro, adesso si devono fare tutti i conti tra di loro: hanno trovato un sistema perfetto per non pagare (nel senso i vari Lavitola, Valori, Penati,ecc.) con la benedizione di tutti....sì è faticoso...è una specie di missione folle, ciascuno ha i propri deliri, si fa quel che si può.......

    RispondiElimina
  33. @Yuma....come si dice in inglese "just food for thoughts" (trad.: "cibo per la mente")....siccome penso che sia inevitabile lo scontro finale a breve (nel senso entro luglio 2012)in occidente, perchè nessuno risucirà ad aggiustare un bel niente, l'idea di untrenoperyuma lo vedo come una specie di grande metafora preparatoria...nel senso di...andiamo verso l'appuntamento finale (tipo duello di "mezzogiorno di fuoco") e nel corso del viaggio ci si diverte, se non proprio con delle bombe, magari con delle cerbottane avvelenate, tipo vietcong prima maniera, e si vede che succede nel frattempo....dati i tempi che corrono bisognerà inventarsi nuove forme di....tutto....

    RispondiElimina
  34. @yuma...tieni tu la rubrica....in teoria qui dovrebbe esserci la mia e-mail, comunque sia, per comunicazioni di servizio la mia è: sergio.dicori@yahoo.com

    RispondiElimina
  35. @marco f...grazie...spero di essere vero, ci mancherebbe, nel senso che (sono curioso) se non fossi vero, chi dovrei essere? Uno di quei tipi alla Matrix? Quelli tutti di nero con gli occhiali specchiati? Mamma mia....Monti mi dà -a naso- la sensazione raccapricciante di essere uno così, lì era una splendida visione hollywoodiana e quindi spettacolare, la realtà nostrana è più noiosa, che ne dici?

    RispondiElimina
  36. @Clarius...infatti, non creda che non mi abbia suscitato diversi e complessi problemi di cui ho dibattuto con persone anche più equipaggiate di me...sembra addirittura che abbiano fatto grosse pressioni per spostare la data sulla base di davvero complessissimi calcoli kabbalistici perchè il 22-11-11 corrisponderebbe a una specie di redde rationem, soprattutto per il fatto che arriva 11 giorni dopo l'11-11-11 che, secondo la tradizione sapienziale ebraica kabbalistica corrisponderebbe a -lo traduco qui secondo diversi linguaggi- all'inizio della Da'ara, la Nuova Conoscenza, quindi l'ingresso in un mondo di nuova consapevolezza Etica; secondo altri -soprattutto circoli californiani esoterici- si tratterebbe della "apertura di un portale nuovo elettromagnetico" (il nostro David Cronenberg ha scritto di recente una splendida storia di questa data, delirante quanto affascinante, relativo a qualcosa la cui realtà ancora mi sfugge che dovrebbe accadere domani 11-11-11 alle ore 11 e 11 ma -onestamente- non ho capito ancora di che cosa si tratti) mentre alcuni circoli di pimpanti e spensierati giocherelloni planetari lo vedono come un fatto alchemico, supportati addirittura da scienziati guidati da Berkeley da un certo Fritiof Capra (un fisico teorico autore di un libro cult pubblicato da Adelphi nel 1974 che si chiamava "Il tao della fisica")che hanno identificato la data come un momento di "trasmutazione metallica della coscienza interiore" ovverossia un salto di consapevolezza collettiva generale....io riferisco...i razionalisti, va da sè, si sganasciano dalle risate con le lacrime agli occhi, staremo a vedere...davvero non so che cosa dire...se qualcuno ne sa: welcome!!! Eccomi qui ad ascoltare e a leggere....

    RispondiElimina
  37. @Yuma....me lo sono chiesto spesso (grazie, en passant, per le risate, sei dotato di un invidiabile quanto contagioso senso dell'umorismo) e mi riferisco qui al fatto del perchè mai non lo abbiano fatto fuori quando esagerava...un giorno ho incontrato un tipo che mi ha spiegato che il nostro -diabolicamente abile- è un tipino un po' particolare che si diverte a divertire, nel senso che a) pensa di essere immortale, ma lo crede per davvero; b)ha diversi contratti notarili in diverse nazioni ben blindati tali per cui in caso di morte -anche se naturale- poco a poco viene resa pubblica (tipo un gigantesco wikileaks dall'aldilà: il nostro è il tipo da inventarsi qualcosa del genere) della robbetta con il contagocce tale da affondare subito diversi patrimoni e forse anche qualche nazione. E' una modalità furba e abile per garantirsi la sicurezza. Se sia vero o una leggenda metropolitana, questo non lo so. Diciamo che è plausibile e ha risposto alla mia curiosità. Tu, che ne dici?

    RispondiElimina
  38. @uliste...dal poco che so, sembrerebbe confermato, tant'è vero che nell'Oregon (quando l'ho saputo la cosa mi ha colpito, poi sono andato a controllare e ho visto che era vero)sono sorte negli ultimi 2 anni circa 12 mila nuove attività di mini-aziende agricole che affittano piccioni viaggiatori. E' diventato un trend, e ben presto un social status. (lo ritengo molto romantico) Personalmente la trovo una notizia affascinante che la dice tutta sul high tech: più si va avanti, più si torna indietro (le spiegazioni su questa baracca te le può dare esaustivamente un certo Indopalma, un habituèe di questo blog, esperto in materia della "legge dell'eterno ritorno"; lo trovi ogni tanto qui, quando è reduce da uno dei suoi viaggi cosmici, credo che adesso sia in tournè). Una notizia, invece, interessante, perchè ufficiale, dal 1 giugno del 2011 (hanno addirittura firmato un protocollo d'intesa tra 276 nazioni, gli unici che non hanno aderito sono Iran e Corea del nord)tutte le comunicazioni ad alto livello vengono considerate valide soltanto se si tratta di lettere autografe consegnate addirittura a mano. Tutta la messinscena della missiva italiana a bruxelles, in realtà, lo confermerebbe. Nessuno, infatti, si è chiesto come mai il nostro sultano andasse a consegnarla di persona dopo aver mostrato alla tivvù addirittura un pezzetto della lettera che era scritta a mano. Tutto ciò (sono i tempi del post-wikileaks) è confermato da furibondi agenti finanziari di wall street che hanno notato come diversi affari importanti vengano ritardati addirittura di settimane perchè a certi livelli è richiesta ormai la presenza fisica della persona X con la missiva Y scritta a mano con la firma autografa di vattelapesca. Il settimanale newsweek aveva pubblicato una inchiesta gustosa su quest'aspetto (dicendo e non dicendo) per cercare di comprendere come mai negli ultimi dieci mesi i grandi potenti e quelli che contano hanno moltiplicato per dieci il numero di voli intercontinentali anche per andare da pechino a New York, sostare venti minuti e poi tornare indietro. Da cui il loro costante bisogno di pillole, droghe, iniezioni,ecc. Sul wall street journal avevano pubblicato un curioso articolo relativo al fatto che le transazioni importanti hanno subìto negli ultimi sei mesi un curioso rallentamento -per loro inesplicabile- che, addirittura, sarebbe causa di più di uno sconquasso internazionale. Ci sono i pirati in mare di fronte alla Somalia, ad alti livelli c'è anche chi è in grado di immettere notizie "apparentemente autentiche" del tipo "fallisce la Royal Bank of Scotland" ed è sufficiente che regga per nove minuti sul mercato: il tempo per qualche marpione che invece di killers sanguinolenti ha assunto geniali hackers vestiti da punk che gli organizzano il baracchino piratesco e così si portano a casa qualche centinaio di milioni di euro e nessuno saprà mai come sia potuta accadere una cosa del genere, nè chi sia stato. Dal 1 giugno scorso sembra non sia più possibile.
    Lo trovo fantastico.

    RispondiElimina
  39. @uliste 10 Novembre 02:04

    ne parlano anche qui...

    http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=262

    mmm….. poco fantasioso il nostro eroe… poteva essere più melodrammatico…. che so…. Per esempio che ne dite di un bel …

    “Capopattuglia chiama Corvo: il nido è vuoto: prepara il Becchime! West Virginia, OUT”

    Cheers

    Melman

    RispondiElimina
  40. ah Sergio, a proposito Italiani Esuli in patria va bene, ma ci stia in patria però: tutti i commenti escono con il fuso orario Californiano!

    Saluti Melman

    RispondiElimina
  41. @Melman...non so cosa dirti, a me appare scritto così, io mi baso su quello che leggo.....

    RispondiElimina
  42. Orsù dai, cari concittadini, non fate così! Nonostante gli scomposti tentativi di mischiare le carte all'ultimo momento, è innegabile che gli Yankees abbiano vinto l'ultima guerra mondiale (quella dichiarata intendo) hence they've been leading since 60 years ...

    "...From now on you will speak only when spoken to, and the first and last words out of your filthy sewers will be sir. Do you maggots understand that? (..) You will not like me. But the more you hate me the more you will learn. I am hard but I am fair. There is no racial bigotry here. I do not look down on niggers, kikes, wops or greasers. Here you are all equally worthless. And my orders are to weed out all non-hackers who do not pack the gear to serve in my beloved Corps. Do you maggots understand that? (..)"

    Ok, ok, now relax and Take it easy! If you do wanna a song played just call the radio station

    http://www.youtube.com/watch?v=-ScjucUV8v0&ob=av2e

    Merry Christmas and a happy new year to all of us!

    Melman

    RispondiElimina
  43. http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Economia/Alitalia-processo-cordata-Baldassarre-rinviato-gennaio/22-11-2011/1-A_000415911.shtml

    RispondiElimina