lunedì 19 settembre 2011

Il concorso di Miss Italia fa un flop clamoroso: gli italiani voyeur, ormai, vogliono ben altro.

di Sergio Di Cori Modigliani

Un paese di idioti che vive nella più spudorata surrealtà, non c’è che dire.
Un paese allo sbando non può che produrre imprenditori sbandati.
Sorpresa (e raccapriccio) da parte della Rai e dell’organizzazione del concorso Miss Italia per il fatto che è stato un flop totale. Stasera a Montecatini Terme sarà incoronata la Miss Italia 2011 ma i dati d’ascolto di ieri sera sono stati pessimi, i peggiori negli ultimi 25 anni
Con quello che accade ad Arcore e che tutti vogliono seguire sbavando minuto per minuto, chi può avere interesse a guardare questa pagliacciata?.
Patrizia Migliarini, da sempre membro della casta degli idioti, figlia  di Enzo Mirigliani, responsabile da sempre del concorso -per tradizione consolidata  bacino di pesca per gestire rapporti con politici, calciatori, faccendieri e imprenditori mitomani- si è arrabbiata perché nessuno è disposto a guardare una trasmissione ridicola, obsoleta, penosa nonché patetica. Soprattutto per il fatto che si svolge in un paese dove “Miss” è sinonimo di “escort” a sua volta metafora ipocrita di “prostituta all’arrembaggio”. 
Davvero inferocita, la cosiddetta imprenditrice ha dichiarato. “"Dateci gli ingredienti! Le nozze con i fichi secchi non si possono più fare, e non è giusto quello che accade. Mi sono rotta le scatole, siamo al punto che non c'è ancora il presidente di giuria... Miss Italia merita pari dignità del Festival di Sanremo, visto che è un evento al quale l'azienda Rai tiene. Neppure un ospite di prestigio mi hanno dato, neppure uno. Le finali di Miss Italia sono la punta di un iceberg di un lavoro che inizia a febbraio, 600 selezioni in tutta Italia. Fa paura un concorso con tanti anni dietro, fiore all'occhiello della Rai, fa paura che il concorso consegni alla Rai sponsor, ragazze corrette. Quanto siamo importanti per la Rai? Quanto investe la Rai su questo evento che merita rispetto e amore? Perchè non possiamo conoscere fino in fondo i contenuti autoriali? Perchè non possiamo avere gli ospiti che ha Sanremo? Questo è un programma che serve all’Italia di oggi perché mostra ciò che l’Italia vuole. Hanno avuto paura di noi. Miss Italia mette paura, questa è la verità”.
A me fa paura l’idea che ci sia ancora qualcuno che dice queste cose e non lo ricoverano.
Mi auguro che domani non parta un corteo in sostegno delle Miss Italia, defraudate all’idea di non essere subito famose. Non mi meraviglio più di niente.
Poveretta, chissà dove vive questa Mirigliani.
A 48 ore di distanza dalla scioccante intervista rilasciata da una ex miss promossa al rango di favorita nell’harem di Arcore, Patrizia Migliarini si stupisce del fatto che gli italiani siano disinteressati al suo concorso.  Ancora più penosa la risposta della Rai:
"Siamo un servizio pubblico” - replica a Patrizia Mirigliani il vicedirettore di Raiuno Gianvito Lomaglio – “non abbiamo più i soldi di prima, c’è un problema da affrontare, come riorganizzarci intorno a Miss Italia. Penso che vada rilanciata e che bisogna partire un po' prima. Dopo queste due puntate credo che l'azienda ripenserà il progetto. Il cambio di location quest'anno ci ha penalizzato, il prossimo anno saremo più tranquilli e potremo dedicarci con maggior respiro a questa manifestazione di cultura, la Mirigliani lo sa quanto per noi sia importante l’espressione della cultura italiana”
La chiamano cultura

Volevo segnalare ai miei lettori un esempio di totale surrealtà da delirio del nostro paese, sia da parte di chi organizza sia da parte di chi usa i soldi pubblici per gestire una  manifestazione ridicola, definita “cultura”.
Cultura di che?
Cultura di chi?
Cultura per che cosa?

Raglia raglia Giovane Itaglia

5 commenti:

  1. Mi hai tolto il post dalla tastiera. :)

    Io lo vedo come un buon segnale.
    Ho letto da qualche parte che tra Regione e Comune alla Mirigliani danno 500mila euro.

    I forconi potrebbero spuntare dove meno te li aspetti.

    RispondiElimina
  2. ho smesso da un pezzo di guardare questi programmi vuoti di contenuto,superficiali ,inutili,illusori, costosi,diseducativi, privi di valori

    RispondiElimina
  3. @ Zdenek
    niente forconi se non prendiamo gli schiaffi.

    E finora gli schiaffi sono stato solo promessi.

    Hai ragione, anch'io vedo queste cose come un buon serbatoio

    E se non altro la nostra idizia congenita di italioti ha permesso che fosero creati molti serbatoi.

    Verranno utili al momento giusto

    Un'altro salto carpiato avvolto dell'Italia che ancora una volta stupirà tutti

    RispondiElimina
  4. Vogliamo vedere un bel bunga-bunga, con un culo flaccido come protagonista

    RispondiElimina
  5. Scusate la volgrarita. Ma che vadano affanculo sti quattro deficienti, Che sappiano che qualcuno che non ha mai guardato manco una puntata di una merdata simile di trasmissione popolardemenziale esiste. IO

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.