sabato 15 novembre 2014

Facciamo concorrenza alla settimana enigmistica, se vogliamo recuperare il Senso della nostra dignità esistenziale, di popolo e di cittadini.



di Sergio Di Cori Modigliani

L'immagine che vedete in bacheca vuole essere  il corrispondente -nel campo della società civile- della Settimana Enigmistica, nota per essere il veicolo empirico più diffuso per tentare di prevenire i sintomi dell'Alzheimer.

Un'immagine, certe volte, vale più di 100 discorsi.

E' una sintesi di parte degli annunci che dal 2009 ci sono stati rivolti, dei quali la maggioranza del popolo italiano sembra non aver coltivato la memoria.

Se non fosse così, non ci troveremmo con una classe dirigente politica e una classe imprenditoriale come quella che abbiamo.

Combattete l'amnesia.

Ricordate ciò che vi è stato detto, se volete ricordare chi siete, quali sono i vostri sogni, le vostre ambizioni, le vostre legittime aspirazioni.

Chi non ricorda da dove viene, non ha nessuna possibilità di sapere in anticipo dove sta andando e, soprattutto, dove andrà a parare.

Buon week end a tutti.

3 commenti:

  1. Ma la cosa che più mi spaventa è la nostra IGNORANZA, nel senso di non sapere. Siamo cresciuti con la speranza di un futuro roseo, migliore, comodo, scuro e tranquillo (sono nato nel 1971). Poi le cose sono peggiorate, e le certezze hanno tremato. Ma la nostra ignoranza NO, è rimasta solida, alimentata dalle bischerate propinate dalle televisioni, radio e giornali, tutti posseduti dai soliti ignoti ricchi oligarchi…
    La nostra ignoranza ha salvato la nazione da una probabile rivoluzione, ma ha salvato soprattutto la classe dirigente.

    Grazie ad internet le cose stanno migliorando, ma si sa, leggere, studiare e capire è fatica. E l’italiano medio è un po’ pigro, e soprattutto capisce poco di finanza, economia e politica, anche perché queste cose a scuola non si insegnano o si insegnano male: non viene detta la verità.

    Ci si sofferma su modelli statistici, gaussiani, su esempi teorici, facilmente studiabili ma poco probabili. E all’apparir del vero, le cose sono diverse. Il capitalismo doveva portare ricchezza a tutti: non è stato così. Dovrebbero far leggere il libro di Taleb il CIGNO NERO, dovrebbero dirci la verità sul Signoraggio, sulla Banca Centrale Europea, sulla FED, sul Fondo Monetario Internazionale, sulle Corporation, su come funziona l'Europa e L'EURO! Invece, a scuola, sui giornali, nelle TV e nelle radio tutto questo viene taciuto. Il 99% delle persone di mia conoscenza non sa che la Banca Centrale Europea è controllata da banchieri privati, E NON E' UN ENTE PUBBLICO (eppure basterebbe andare a vedere in Wikipedia le quote di partecipazione). NON SA CHE LA MONETA E' EMESSA DA BANCHIERI PRIVATI, ma nel passato non era così: un tempo esisteva la moneta di stato, emessa dallo Stato stesso, di "proprietà del portatore" (oggi questa scritta non c'è più, perchè? lo sapete perchè?)

    Il primo passo da fare, dovrebbe essere quello di divenire meno ignoranti. Ma studiare è faticoso, e le scuole si fanno a smarcare, per raggiungere presto un diploma, una laurea per cercare un lavoro (che non c'è più) per guadagnare qualche soldo per vivere. Tanto, ormai, lavorare con ciò che si è imparato a scuola, è diventato improbabile, se non impossibile.
    http://noncivolevocredere.blogspot.it/2014/06/diteci-la-verita_17.html

    RispondiElimina
  2. Il combinato disposto dalla crocifissione d'idee di untuosità e servilismo inchiodati da duemila anni nella nostra mente e quel che è peggio nella nostra essenza,ad arte, con l'idolatria del denaro e connesso potere sopraffattorio esercitato con una spregiudicatezza da "bravi" di manzoniana memoria ha reso molli e senza spina dorsale una grande quantità di italiani.Che,cullando la speranza di un paradiso ,al di là,accettano prostrati dall'ignoranza,un inferno di qua.""Non ci resta che piangere"" e sperare che gli accenni di risveglio da questo torpore si espandano diventando una forza capace di restituirci la perdutà dignità e con essa la gioia di esistere.

    RispondiElimina
  3. Signor Di Cori Modigliani,

    ma i personaggi della Confindustria, Berlusconi, Draghi, Monti, Letta, Renzi - e ci aggiunga pure qualsiasi altro nome della Partitocrazia e di tutte le Organizzazioni criminali da quest'ultima rappresentate - non sono forse tutti fedelmente rappresentativi di un branco di SERVI alla secolare ricerca di un Padrone a cui baciare le mani e tutto quanto sta al di sotto di esse?

    Sono le pecore ad essere dove sono i lupi, oppure sono i lupi ad essere dove sono le pecore?

    Lungi da me, ovviamente, l'intenzione di voler giustificare i parassiti dell'Umanità, ma - a voler risolvere seriamente e fattualmente un qualsiasi problema - bisogna individuare ed operare sul problema "causale" e NON su i suoi mille effetti.

    E qui il problema causale siamo noi, la nostra mentalità servile che ci vuole contro la Legalità e contro le Forze dell'Ordine e della Magistratura, o - per dirla al contrario - TIFOSI indefessi di tutti i delinquenti di questo mondo che la fanno in barba alla Legge, che diventano ricchi non importa facendo cosa, dimostrando di essere in tal modo uomini con i coglioni che ci sanno fare e a cui noi saremmo onorati di dare le nostre figliole come spose!

    Ed anche le nostre mogli in prestito per qualche serata 'elegante'!

    Mi scusi se mi ripeto, ma fino a quando noi non riusciremo a GUARIRE il SERVILISMO congenito del 95% di questo nostro gregge Italico, altro non faremo che farfallare senza nulla concludere.

    Dobbiamo affrontare il problema VERO! Perché a non farlo - e qui parlo anche a me stesso - noi ci rendiamo CONNIVENTI e, quindi, CORRESPONSABILI dello sfacelo a cui le Forze del Male hanno ridotto questo nostro gregge di PECORE belanti!

    Cordialmente.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.