mercoledì 30 ottobre 2013

Ciò che hanno detto oggi su ciò che sta accadendo.

Sergio Di Cori Modigliani

Mini rassegna stampa su dichiarazioni ufficiali nella giornata di oggi:

Fabrizio Saccomanni, Ministro dell'economia: "L'attività economica si é finalmente stabilizzata, avviandosi verso una graduale ripresa e vediamo la luce in fondo al tunnel, a conferma del trend economico nel nostro paese....la contrazione del Pil nel 2013 risulta pari all'1,8% (a fronte del -1,7% stimato nel Def) ma per il 2014  si confermano le prospettive di ripresa dell'attività economica dato che il Pil registrerà una crescità dell'1,1%. La crescita del prodotto interno lordo si porterà su livelli ancora superiori visto che raggiungeremo il 2% nel 2017".

Mario Draghi, Presidente BCE: "La recessione è ufficialmente conclusa nella zona euro, con l'unica eccezione dell'Italia che soffre ancora, e sia quest'anno che il prossimo -a meno che non intervengano subito delle eccezionali e subitanee manovre- l'Italia segnerà, unico paese in Europa, un netto rallentamento e arretramento, in contro tendenza rispetto alla ripresa".


Enrico Letta, Presidente del Consiglio: "Le chiare parole di Saccomanni ispirano fiducia e ci confermano che siamo sulla buona strada. Il governo, grazie al proprio ottimo lavoro, è stato in grado di portare il paese definitivamente fuori dalle sacche della recessione. La ripresa è ormai a portata di mano. I numeri ci confortano e ci danno ragione".


Christine Lagarde, Segretaria Fondo Monetario Internazionale: "Confermiamo con viva preoccupazione lo stato negativo dell'economia in Italia che segnala un ulteriore arretramento e anche per il 2014 -quantomeno per i primi sei mesi- indica una diminuzione del pil, un peggioramento dei conti pubblici, e una situazione di allarmante stagnazione".

Sul Corriere della Sera di oggi il giornalista Fabrizio Massaro ci informa che la Guardia di Finanza ha sequestrato 45 milioni di euro da conti privati illeciti di tutti i dirigenti del Monte dei Paschi di Siena, nessuno dei quali è stato in grado di dimostrare la provenienza di quei fondi. Dice Massaro: "Sarebbe di oltre 45 milioni il tesoro della presunta «banda del 5%» che operava dentro Mps, frutto delle operazioni finanziarie realizzate dall'area finanza guidata da Gianluca Baldassarri. La «banda» avrebbe messo in atto «operazioni di trading realizzate fraudolentemente con il broker Enigma» che avrebbe retrocesso ad alcuni manager e funzionari della banca parte delle commissioni incassate.



Ma, secondo fonti investigative, oltre ad Enigma potrebbero esserci anche altri intermediari coinvolti nella presunta truffa: alla sola Enigma la banca senese ha pagato in totale 6,6 milioni di commissioni, di cui 5,9 milioni nel biennio 2008-2009. Dunque la domanda degli inquirenti è: da dove arrivavano gli altri milioni di euro nei conti degli indagati? Il sospetto è che ci siano altre strutture simili ad Enigma cui Baldassarri e gli altri dirigenti dell'area Finanza si sarebbero appoggiati, come per esempio la svizzera Lutifin (su cui è in corso un'inchiesta a Milano)"

Senatore Renato Schifani: "Con il voto palese al Senato, è suonata a morto la democrazia parlamentare che non esiste più. Hanno cambiato il regolamento per interpretarlo a uso e consumo del PD e colpire con assoluta certezza Silvio Berlusconi, uno statista, un grande leader politico, innocente e perseguitato. Sui libri di Storia verrà raccontata l'intera vicenda. La giornata di oggi non potrà non avere conseguenze. Daremo risposte concrete con il massimo della determinazione".

Beppe Grillo, leader M5s: "La decadenza di Berlusconi sarà decisa con il voto palese come ha richiesto fin dal primo giorno il MoVimento 5 Stelle. La trasparenza è la nostra stella che illumina il buio e oggi si è accesa. L'incessante lavoro del M5S e gli ultimi due giorni di fiato sul collo in Parlamento sono serviti".

Senatore Silvio Berlusconi: "Se Letta volesse, avrebbe, ancora oggi, un'autostrada per risolvere il problema: basterebbe far approvare una norma interpretativa di una riga, in una pagina specifica, che chiarisca la irretroattività e la non applicabilità della Legge Severino. Letta dica sì o no. Il futuro del governo dipende da questo".

Ingegnere Carlo De Benedetti: "Se i capitani coraggiosi sono Colannino e Tronchetti Provera, allora io preferisco le partecipazioni statali. Sono entrambi delle persone dotate di strategie industriali pari a zero assoluto. Colannino ha utilizzato la cassa dell'Olivertti dando inizio alla distruzione di Telecom. Tale distruzione è stata conseguita con grande intensità e incapacità totale da parte di Tronchetti Provera".

Ingegnere Marco Tronchetti Provera: "Se De Benedetti vuole contestare qualcosa sono a disposizione per eventuali sue rettifiche. Mi confronto sui fatti non sugli insulti. La storia delle persone e delle aziende si deve raccontare guardando i fatti in modo oggettivo e rispettandoli. Se anche io raccontassi la storia delle persone attraverso i luoghi comuni e gli slogan potrei dire con tranquillità che l'ingegnere De Benedetti è stato molto discusso per certi bilanci di Olivetti, per lo scandalo legato alla vendita di apparecchiature alle Poste Italiane, che fu allontanato dalla Fiat, coinvolto nella bancarotta del Banco Ambrosiano, che finì dentro la vicenda di Tangentopoli. Invece non lo faccio, perchè sarebbe sbagliato. Questo paese ha bisogno di altro".

La Procura generale di Taranto chiude l'inchiesta sull'Ilva e manda a giudizio 53 personalità politiche e imprenditoriali, tra cui il Presidente della Regione Puglia.
Dice Nichi Vendola: "In questo momento di grave turbamento ci tengo a precisare che nessuna ombra grava, e a nessun titolo, sull'amministrazione regionale in relazione alla questione dell'Ilva. Sono sereno".

Il senatore del PDL, Maurizio Gasparri, alla trasmissione su La7 "L'aria che tira" confessa, con candore, che è stata violata la Costituzione, che il PDL e il PD insieme hanno fatto un golpe e hanno "eletto" come capo del governo Giorgio Napolitano. Una vera chicca d'annata per ogni democratico.

Per farvi rinfrancare lo spirito e riderci su, vi propongo un video pubblicitario (in Usa è diventato un must to see) che reclamizza un'azienda californiana che produce cioccolatini.

http://vitaminl.tv/video/179?ref=rcm Si chiama: "why men should always carry chocolate" (perchè gli uomini dovrebbero sempre portarsi appresso dei cioccolatini).

Buona giornata a tutti, dopotutto siamo in Italia.















5 commenti:

  1. Questi nostri ( sic) politici o sedicenti tali qualsiasi cosa stia per cadere sulla loro testa, compreso una mannaia, si dichiarano sempre sereni .

    RispondiElimina
  2. Ragionavo sul senso delle cose e nello specifico sul senso del voto segreto in Parlamento o in Senato: Mi pare chiaro che per molte leggi, o anche per molte richieste di decadenza o di carcerazione di parlamentari, il voto segreto possa essere garanzia di libertà ed imparzialità, e che sia quindi un principio giusto e da salvaguardare. Questo lo si può dire e condividere in termini generali, ma nella pratica le leggi vanno poi applicate ai casi specifici, ed ogni caso fa caso a sé.

    Prendiamo ora il caso specifico di Berlusconi, per cui viene chiesta la decadenza da senatore per una condanna per evasione fiscale e costituzione di fondi neri, presumibilmente utilizzati anche per corrompere e comprare parlamentari e senatori. Il voto segreto, in questo specifico, avrebbe garantito libertà ed imparzialità dei singoli senatori o avrebbe piuttosto alimentato nuove ombre ed odori di corruzione, generando ancor più sfiducia sul ruolo e sulla onorabilità della politica?

    Credo che in nessun paese normale si sarebbe accettato il voto segreto per questo caso specifico, il che mi fa ben sperare per il futuro dell'Italia. Ringrazio quindi il M5s e tutti quelli che hanno contribuito a questo risultato, di qualsiasi parte politica essi siano.

    Non ringrazio invece Piero Grasso, che se non sbaglio e se la memoria non mi inganna, come Presidente del Senato è il diretto responsabile della calendarizzazione dei lavori del Senato della Repubblica, e dovrebbe essere quindi a lui attribuibile la decisione di fissare la votazione per il 22 novembre. Ancora un mese di salvacondotto! Ancora un mese a Berlusconi per trovare il modo spendere le rimanenze di quei 300 milioni di €uro frodati al fisco e messi da parte per i periodi difficili.

    MM

    MM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è per questo i soldi frodati al fisco sono molti di più. Per Berlusconi 300 milioni sono briciole. Lui ha bisogno di tempo per riorganizzarsi, tutto qui, questo è l'aspetto più vergognoso e tragico.

      Elimina
    2. Si... è molto probabile che i soldi evasi o avuti non si sa come siano molti di più. Io mi riferivo a quelli contestati nel processo ed in gran parte andati in prescrizione. La condanna è infatti per 7.5 milioni. Per il tuo discorso sul tempo invece, credo che B. debba ringraziare Grasso.

      Ecco quà un breve ritratto di Grasso by Travaglio che sembra coincidere abbastanza:

      http://www.youtube.com/watch?v=IM5O7sF4j4s

      MM

      Elimina
  3. Bellissimo intervento, che condivido appieno.
    marilù l.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.