mercoledì 11 luglio 2018

Un mondo pericoloso.






di Sergio Di Cori Modigliani


Viviamo davvero in un mondo molto pericoloso. Ogni giorno accadono eventi e fatti che noi ignoriamo. Per fortuna ci sono ancora giornalisti (a questo serve la stampa libera dei veri professionisti) che ci raccontano che cosa accade nel mondo. Sul numero di oggi del Wall Street Journal, Dustin Voltz, uno dei migliori giornalisti investigativi statunitensi, ci racconta una emblematica e spaventosa storia. La fonte è certa e garantita, tanto è vero che il ministero della difesa Usa non ha smentito. La notizia è la seguente: durante un pattugliamento di ispezione nel dark web -luogo dove si concentra tutto il marciume umano e dove si compra e si vende di tutto- è stato scoperto un utente che vendeva un drone militare di ultima generazione, modello MQ-9 Reaper, dotato di missili a medio raggio con mini-testata radioattiva. Costo del velivolo alla produzione: 34 milioni di dollari. Lo si vendeva a 42 milioni.
Il problema è che c'era la fila di acquirenti.
 

Noi sappiamo oggi che questo evento si è verificato perchè è stato acquistato da un funzionario del dipartimento alla difesa che ha poi lanciato l'allarme. Il problema che questa notizia pone è di triplice natura e non deve essere sottovalutato:

a). Come è possibile che si possa vendere di tutto alla luce del sole -compresi organi umani espiantati a bambini rapiti- senza che ci sia nessuna forma di intervento se non sporadici controlli qualche volta fortunati, come in questo caso?
 

b). Come è possibile che la sicurezza degli aeroporti militari americani sia così fiacca? Senza dubbio si tratta di corruzione da parte di qualche addetto che lì ci lavora. Ma, in questo caso, dovrebbe intervenire l'Onu come supervisione, perchè un velivolo del genere può essere usato dagli acquirenti criminali dementi per lanciare un attacco terroristico in qualunque parte del mondo. Quindi riguarda tutti noi, non soltanto loro.
 

c). Questa volta ne siamo stati informati perchè Dustin Voltz ha contatti e conoscenze dentro il sistema ed è riuscito a scovare un ufficiale pensante che ha nobilmente scelto di raccontare la storia. E quando non ce lo dicono? 
Come facciamo a essere garantiti?

Questo sono domande lecite che riguardano tutti noi.
 

La più importante delle domande è invece retorica:
essendo ormai il danaro il valore primario e assoluto nella nostra società, e -grazie al web- essendoci un gigantesco mercato aperto a ogni razza di criminale nel mondo, come fanno le classi dirigenti planetarie a non comprendere che se non si cambia il paradigma mentale e culturale, l'intera specie umana è a rischio di estinzione?

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.