lunedì 15 ottobre 2018

Wilkommen frau Schulze






di Sergio Di Cori Modigliani



Si chiama Katharina Schulze.
E' nata nel 1985, sotto il segno dei Gemelli.
Ecologista e ambientalista da sempre, femminista, europeista, anti-fascista, cosmopolita.
E' la nuova leader dei verdi tedeschi in Baviera, la più ricca regione d'Europa dove ieri si sono svolte le elezioni.
 

Gli ultimi sondaggi davano i cristiano-sociali al 44%, 
l'estrema destra al 22%, 
i socialisti al 20% 
e i verdi intorno al 7%: 
questo nel mondo virtuale.
 

Nel mondo reale, invece, i risultati hanno dato i cristiano-sociali al 37%, 
i verdi al 18%, 
l'estrema destra all'11%, 
i socialisti al 9%, 
e il resto dei voti sparpagliati su liste locali, nessuna delle quali ha superato la soglia di sbarramento.
 

A Monaco di Baviera, una delle roccaforti del polmone economico della Germania, i verdi sono il primo partito con il 30% dei voti e la Schulze è stata la candidata più votata ieri.
Secondo molti analisti tedeschi non sarà certo una meteora.
E' vista da tutti come la più accreditata e temibile concorrente -nonchè erede- della cancelliera Angela Merkel.
"E' il volto giovane della novità, la donna guerriera di cui la Germania e l'Europa avevano bisogno per far voltare pagina all'intero continente e spingerci verso un futuro sostenibile, pulito, socialmente civile e rispettoso della Terra".
Così, ieri notte, la radio pubblica di Monaco di Baviera dava l'annuncio dell'esito elettorale.

Come dire: beati loro!
Wilkommen frau Schulze


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.