giovedì 3 settembre 2015

Danke Angela! L’inevitabile paradosso dei nostri tempi.

Mai, negli ultimi decenni, una singola immagine ha assunto un significato evocativo, davvero fulminante, come quella del bambino siriano di due anni, travolto dalle onde e depositato, ormai cadavere, dal nostro Mar Mediterraneo su una spiaggia turca.

 LEGGI DI PIU' AL MIO NUOVO BLOG>>>>>>>>>

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.