giovedì 4 maggio 2017

C'è chi ha la Merkel e c'è chi.....






di Sergio Di Cori Modigliani



E' la quarta donna al mondo, a farlo.
Ed è un gesto che pesa.
Per chi vuol capire.
Perchè così si fa politica, e ci si sottrae al gossip, alle chiacchiere retoriche, al populismo deteriore.
Mi riferisco al gesto di Angela Merkel, di cui in Italia si è parlato poco. Non a caso, ahimè.
 

Ieri, 2 Maggio 2017, la premier tedesca è andata in visita ufficiale nel Regno dell'Arabia Saudita, invitata dalla casa reale. 
Roba normale, consuetudine diplomatica standard. Non questa volta. 

Perchè nei due mesi precedenti ci sono state discussioni, trattative, scambi di telefonate, e-mail, circa una decina di visite dell'ambasciatore saudita a Berlino. L'ha spuntata la Merkel. L'agenda politica ufficiale dell'incontro, infatti, l'ha dettata lei: prendere o lasciare. E gli arabo-sauditi, oligarchi avidi la cui assoluta priorità nell'esistenza è il denaro, si sono arresi e hanno accettato nel nome del business. E questo fatto è diventato il tema attuale nell'intero mondo musulmano, sottraendo in una botta sola agli ideologi dell'Isis linfa vitale, dimostrando che il regno walabita, sponsor e finanziatore del terrorismo planetario, si muove sulle coordinate del business e non dei principi.
"Vengo qui a parlare di Diritti Civili e della condizione del mondo femminile" ha dichiarato la Merkel non appena arrivata. Gli arabo-sauditi volevano mettere le armi e la tecnologia militare come primo punto.
La Merkel ha detto no. "si parla prima della condizione femminile"
Quindi, ha scelto di non indossare il solito foulard e si è rifiutata di coprirsi la testa. "Non nutro alcun pregiudizio nei confronti di nessuno al mondo. Rispetto ogni uso e costume, ma rivendico l'assoluta necessità della libertà di scelta. Se una donna vuole mettersi il velo, che lo faccia. Se non lo vuole fare che non lo faccia. E io non lo voglio fare, quindi non lo faccio".
Gli arabo-sauditi hanno accettato.

Si chiama "pensiero forte".
E non c'è bluff che conti: o ce l'hai e ti viene naturale o non ce l'hai.
La Merkel ce l'ha.
Noi no.

1 commento:

  1. Caspita! Che polso questa Merkel! Addirittura andare a casa dei sauditi a dettare l'ordine del giorno, e per di più sbattendogli in faccia i diritti civili e la condizione della donna nei Paesi musulmani!
    Ma non sarà la stessa Merkel alla guida della Germania che vende vagonate di armi all'Arabia Saudita, vero?
    Il fattaccio l'ha denunciato, tra gli altri, addirittura lo Spiegel; il bel giornale che dipinge gli Italiani come parassiti, viscidi e mafiosi.
    Comunque ha ragione Lei, noi non abbiamo di meglio: troppo facile ricordare la delegazione di Renzi che litiga su come spartirsi i Rolex regalati dai sauditi.
    Veramente, una volta, da questo punto di vista, di meglio forse ce l'avevamo: ricorderà sicuramente l'intervista di Oriana Fallaci all'ayatollah Khomeyni. Diciamo che, con un po' meno potere contrattuale della Merkel, e nei confronti di un regime leggermente meno ben disposto verso l'Occidente rispetto a quanto non lo sia ora l'Arabia Saudita, la Fallaci espose in maniera abbastanza convincente il proprio "pensiero forte".

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.