mercoledì 8 luglio 2015

Ben tornata, Europa. Altro che Grexit !

A meno che non si verifichino delle clamorose sorprese o degli improvvisi cambi di rotta provocati dall’insorgenza della razionalità, della buona volontà e della lungimiranza politica, è molto probabile che lunedì pomeriggio, 12 Luglio, a sostenere la Grecia e la strada politica intrapresa dal suo governo, saremo rimasti in due....

LEGGI DI PIU' AL MIO NUOVO BLOG>>>>>>>>>  

4 commenti:

  1. "Sulla base dello statuto europeo, Merkel e Hollande sono autorizzati e legittimati a non coinvolgere uno stato che non fa parte nè del G7, nè del G8 nè del G10". (cit.)

    Davvero lo statuto europeo "legittima" alcuni stati europei ad escluderne altri da decisioni cruciali per tutta l'Unione solo sulla base del "rating" fissato per far parte o meno di tutt'altro Club di Stati? Ma chi l'ha redatto questo statuto europeo, Voldemort?

    Poi, se è vero che Varoufakis lavora 12 ore al giorno a questo lodevolissimo progetto di stilare un rapporto ragionieristico il più preciso ed esauriente possibile, a sostegno della dimostrazione della conclamata "immoralità" del debito greco, mi viene a questo punto da domandarmi: non poteva dedicarcisi, se non lui a tempo pieno, almeno il suo davvero formidabile staff di collaboratori internazionali, PRIMA del referendum del 5 luglio, in modo da presentare quel rapporto direttamente al Tribunale dell'Aja, oltre che, tramite conferenza stampa, al mondo intero, nel caso i burocrati di Bruxelles, a scrutinio terminato, avessero -- come, prevedibilmente, hanno fatto -- alzato il tiro di intimazioni, ricatti e ultimatum, invece di giungere a rassegnare le proprie dimissioni, proprio in obbedienza a quei ricatti, ultimatum e intimazioni?

    Grazie e, come sempre, saluti cordiali.
    marilù l.

    RispondiElimina
  2. Dovrebbe essere superfluo ricordare, che i romanzi non hanno nulla a che vedere con la realtà oggettiva e alla realtà, ed ogni riferimento ad essa, è puramente casuale o inventato di sana pianta dall'autore.

    ( Eugenio Bongiorno )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signor Bongiorno, è vero che Modigliani è un bravo romanziere, ma è anche un ottimo giornalista. Ed io sono convinta che è stato in qualità di giornalista che ha scritto questo post.
      Grazie comunque per l'interessamento.
      Saluti cordiali, marilù l.

      Elimina
    2. Credo che con oggi alla luce della piroetta con doppia inversione a "U" da parte di Tsipras, con maggioranza che non ha più, possa toccare con mano in pieno stile Tommaso... sa quello del Naso, che i romanzi sono una cosa, rilassanti, fatti per addormentarsi bene assolvendo alla stessa funzione delle fiabe di cui ne sono stretti parenti, mentre il giornalismo è ben altra cosa, sopratutto quando si inventano fatti che poi nel giro di poche ore vengono smentiti dalla realtà !!
      Se poi lei predilige il giornalismo romanzato facendo propri i racconti che prendono spunto da Biancaneve e i Sette Nani, altra cosa è, diciamo per usare un eufemismo , più un passatempo rilassante per certi versi persino terapeutico se è condito con del nostalgico revanscismo da Figlio dei Fiori, ma di certo serve un gran Becco per far passare ciò per giornalismo informativo, sopratutto quando si tratta di prendere atto e la vicenda greca lo ribadisce, che la sinistra non esiste, è solo una presa per i fondelli e che mai e poi mai ci potrà essere un cambiamento in seno all'europa se si farà affidamento su questa sinistra che si è dimostrata parte integrante, colonna portante e miope per costituzione.
      Nel frattempo per non essere coinvolto in questa tragedia greca che ricorda molto da vicino quella itagliota, Varoufakis se ne è andato al mare.
      Mi auguro nel mio piccolo di aver contribuito a far giornalismo vero, quello che conserva ancora qualche attinenza con la realtà, raccontandogli sinteticamente quello che è accaduto al parlamento greco questa notte.

      ( eugenio bongiorno )

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.