domenica 23 dicembre 2018

La notte lunga della Repubblica Italiana






di Sergio Di Cori Modigliani


Nelle ultime 24 ore, pentastellati e leghisti, ai quali si sono amorevolmente aggiunti sia i comunisti che i fascisti, da Forza Nuova a Potere al Popolo, si sono accaniti con violenza verbale contro la persona della senatrice Emma Bonino, colpevole di aver "osato" proferire nell'aula del Senato della Repubblica parole come quella riportata qui sopra.
E' una attività da vigliacchi, imbastarditi dal livore di un cinismo opportunista davvero deteriore.

La brutta notizia consiste nell'avvertimento che viene dato alla nazione sull'aria che tirerà dal 1 Gennaio del 2019.
La bella notizia consiste nel rivelare a tutti noi quanto deboli e impauriti siano gli esponenti del mainstream governativo, i quali, rispecchiandosi nelle parole dell'indomita leader radicale, toccano con mano la propria miseria umana, la propria vocazione piccolo-borghese di modestissimi arraffoni dell'ultima ora, travolti dall'indifferenza dei bisogni collettivi del paese avendo scelto di esaltare uno squallido individualismo motivato da asfittici interessi di bottega.
Per fortuna di noi tutti, c'è un'Italia bella e sognatrice, pulita e utopista, soprattutto mèmore e consapevole, che manterrà la barra a dritta e ci accompagnerà ad attraversare questo lungo sonno della ragione democratica.
Buone feste a tutti coloro che se le meritano.




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.